All review

6 Marzo Mar 2015 1112 06 marzo 2015

32 anni fa moriva il Re

  • ...

L’Italia, membro della UE, dovrebbe ricordare con maggiore slancio ai nostri giovani che transitano, per motivi di studio, lavoro o svago, in nazioni con ordinamento monarchico ( Gran Bretagna, Spagna, Belgio, Lussemburgo, Paesi Bassi, Svezia Danimarca e Norvegia ) che anch’essa ha avuto per lungo tempo un analogo trascorso. Assistendo per esempio a Londra al rituale del ‘cambio della guardia’ presso Buckingham Palace ( la residenza ufficiale della Regina ) essendo una notevole attrazione turistica, ho potuto verificare la presenza anche di tanti giovani italiani . Mi auguro che conoscano i trascorsi monarchici della propria nazione . Intanto è bene chiarire che queste moderne monarchie sono dette parlamentari o costituzionali in quanto i poteri del sovrano sono limitati dalla Costituzione e dalle Leggi. Le leggi vengono votate da un'assemblea, il Parlamento, che a sua volta è eletto dal popolo, mentre il governo dello Stato è esercitato collegialmente da uomini politici scelti sulla base dei risultati delle elezioni popolari.. Praticamente queste istituzioni rappresentano ciò che potevprovocare la naturale evoluzione storica della nostra monarchia . Cosa che non è avvenuta in seguito alla democratica scelta che il popolo italiano ha fatto il 2 giugno 1946 con il famoso referendum monarchia/repubblica .

Umberto II di Savoia (Umberto Nicola Tommaso Giovanni Maria di Savoia; Racconigi, 15 settembre 1904 – Ginevra, 18 marzo 1983) è stato l’ ultimo re d'Italia, dal 9 maggio 1946 al 13 giugno dello stesso anno. Per il breve regno (poco più di un mese), è anche detto 're di maggio' . Casa Savoia è una dinastia reale europea attestata sin dalla fine del X secolo nel territorio del Regno di Borgogna, dove venne infeudata della Contea di Savoia, elevata poi a Ducato nel XV secolo. Nello stesso secolo, estintasi la linea legittima dei Lusignano, ottenne la Corona titolare dei regni crociati di Cipro, Gerusalemme e Armenia, con il conseguente aumento di prestigio presso le corti europee. Nel XVI secolo circa spostò i suoi interessi territoriali ed economici dalle regioni alpine verso la penisola italiana (come testimoniato dallo spostamento della capitale del ducato da Chambéry a Torino nel 1563). Agli inizi del XVIII secolo, a conclusione della guerra di successione spagnola, ottenne l'effettiva dignità regia, dapprima sul Regno di Sicilia (1713), dopo pochi anni (1720) scambiato con quello di Sardegna. Nel XIX secolo si pose a capo del movimento di unificazione nazionale italiano, che condusse alla proclamazione del Regno d'Italia il 17 marzo 1861. Da questa data, fino al cambiamento istituzionale ( referendum ) nel giugno del 1946 con l'esilio, la storia della Casa si confonde con quella d'Italia.

Il rapporto fra lo Stato italiano e gli ex sovrani d'Italia venne sancito dalla XIII disposizione transitoria della Costituzione della Repubblica Italiana, approvata dall'Assemblea Costituente il 5 dicembre 1947, con 214 voti favorevoli e 145 contrari su 359 votanti. Tale disposizione recitava: « 1. I membri e i discendenti di Casa Savoia non sono elettori e non possono ricoprire uffici pubblici né cariche elettive.2. Agli ex re di Casa Savoia, alle loro consorti e ai loro discendenti maschi sono vietati l'ingresso e il soggiorno nel territorio nazionale.3. I beni, esistenti nel territorio nazionale, degli ex re di Casa Savoia, delle loro consorti e dei loro discendenti maschi, sono avocati allo Stato. I trasferimenti e le costituzioni di diritti reali sui beni stessi, che siano avvenuti dopo il 2 giugno 1946, sono nulli. » Per questo motivo Umberto prese la via dell’esilio raggiungendo Cascais, in Portogallo e le spoglie mortali dell'ultimo sovrano d'Italia riposano, per suo espresso volere, nell'abbazia di Altacomba a fianco di quelle del re Carlo Felice, nel dipartimento francese della Savoia dalla quale casa Savoia ha tratto le sue origini storiche.

Quando potremmo riportare questi personaggi semplicemente nell’alveo cronologico degli eventi che hanno costituito il presente di una nazione europea ?