All review

20 Marzo Mar 2015 1502 20 marzo 2015

Il Ghirlandaio ha fatto tre volte L’Ultima Cena

  • ...

Domenico Bigordi, detto il Ghirlandaio (Firenze, 1449 – Firenze, 11 gennaio 1494), è stato un pittore italiano.divenuto tra i protagonisti del Rinascimento all'epoca di Lorenzo il Magnifico. Verso il 1480, in particolare, divenne di fatto il ritrattista ufficiale dell'alta società fiorentina, grazie al suo stile preciso, piacevole e veloce. Capo di una nutrita ed efficiente bottega, in cui mosse i primi passi nel campo dell'arte anche il tredicenne Michelangelo Buonarroti, è ricordato soprattutto per i grandi cicli affrescati, quali alcune scene della Cappella Sistina a Roma, la Cappella Sassetti e la Cappella Tornabuoni a Firenze.

Tipico dei monasteri fiorentini era l'abbellimento del refettorio con un grande affresco rappresentante l'Ultima Cena. Ghirlandaio venne così più volte incaricato di eseguire questi lavori nel giro di pochi anni, a partire dal Cenacolo della Badia di Passignano (1476) realizzato in collaborazione con i suoi fratelli , per proseguire poi con il Cenacolo di Ognissanti (1480) situato in Borgo Ognissanti, nel refettorio posto fra i due chiostri del convento di Ognissanti. e il Cenacolo di San Marco (1486) molto simile a quello di Ognissanti seppur di dimensioni più ridotte .

Se il primo è piuttosto rigido nella scatola prospettica della stanza dell'Ultima Cena, derivata dall'esempio del Cenacolo di Sant'Apollonia di Andrea del Castagno (1450 circa), nei due successivi, di impianto molto simile, la scena è ambientata in un'ariosa loggia dove gli aspetti drammatici sono stemperati in un’atmosfera serena e piacevole.

Tra pochi giorni saranno ultimati anche i lavori di restauro della sala del cenacolo alla Badia di San Michele Arcangelo a Passignano (Firenze), eseguiti grazie alla Fondazione Friends of Florence e al Marchesi Antinori, potendo così di nuovo ammirare l'affresco di Domenico Ghirlandaio raffigurante L'Ultima cena.