All review

1 Maggio Mag 2015 0935 01 maggio 2015

A Milano si è acceso l’Albero della vita, peccato con una lampadina spenta

  • ...

Una bella serata, molto fredda però, ha comunque permesso la realizzazione di una trasmissione RAI in collegamento Mondovisione per dire all’intera umanità che oggi, 1 maggio 2015, Milano inaugura l’Expo 2015.Un colpo d’occhio eccezionale con un palco mastodontico collocato vicino al sagrato del Duomo di Milano che crea un unicum con la monumentale cattedrale in stile gotico illuminata come non mai ed il resto dell’immenso piazzale trasformato in un’ordinata platea ovviamente piena in ogni ordine di posti. Tutto intorno scorre la vita della frenetica metropoli che questa sera ha trovato, però, nel posto che più rappresenta il suo cuore palpitante la voglia, il coraggio e l’orgoglio per dire al mondo intero che l’Italia , come sempre è stato, ha acceso con questo evento mondiale il faro della civiltà per ricordare a tutta l’umanità il dovere di fratellanza, progresso e tolleranza che debbono essere alla base della civile convivenza su questo Pianeta chiamato a fornire cibo ed energia sufficiente per tutti.

Due bravissimi presentatori, Paolo Bonolis e Antonella Clerici, hanno condotto con simpatia ed autorevolezza la serata che ha avuto nella musica proposta dall’Orchestra del Teatro alla Scala diretta dal maestro Marco Armiliato il pregiato passepartout per accedere ai cuori ed alla mente di svariati milioni di telespettatori di tutti i continenti . Le voci di grandi interpreti della lirica (Andrea Bocelli, Diana Damrau,Francesco Meli , Simone Piazzola,Maria Luigia Borsi ed il pianista Lang Lang ) hanno acceso l’intermezzo prezioso tra le varie video-clips di presentazione di alcuni padiglioni dell’Expo . Il tenore Andrea Bocelli è anche l’autore dell'inno dell'esposizione universale insieme ad Andrea Morricone che ne ha composto la musica.

Sono stati eseguiti brani d'opera lirica che appartengono al patrimonio musicale italiano, in particolare di Verdi e Puccini e l’inno dell'Expo, intitolato “La forza del sorriso”. Solenne , suggestiva e spettacolare nel felice connubio di stile, arte e tecnologia italiana , l’accensione dell’Albero della Vita ,il simbolo del padiglione italiano, che magari poteva essere impreziosito dall’intonazione di un vociante e partecipato Inno d’Italia . Non avrebbe certo stonato tra le grandi “arie “ tratte da opere di Verdi e Puccini , l’inno della Expo e la conosciutissima ‘O sole mio’.

Magari in qualche angolo del Pianeta qualcuno ha pensato che una di queste fosse l’Inno Nazionale italiano.