All review

5 Maggio Mag 2015 1525 05 maggio 2015

Una mostra per scoprire il “ Ligabue “ che è in noi!

  • ...

Il 'Museo Documentario e Centro Studi Antonio Ligabue' venne inaugurato il 12 marzo 1988 a Gualtieri, città natale del padre del pittore Antonio Ligabue, nel Palazzo Bentivoglio attualmente in ristrutturazione . I lavori stanno per essere ultimati così che il 27 maggio verrà inaugurato il nuovo Museo Antonio Ligabue nel Salone dei Giganti che ospiterà dal 31 maggio all’8 novembre una sua importante mostra antologica.

Antonio Ligabue, nato Antonio Laccabue (Zurigo, 12 dicembre 1899 – Gualtieri, 27 maggio 1965), è stato un pittore italiano, secondo alcuni critici da considerare uno dei maggiori esponenti della corrente pittorica denominata naif . L'artista naïf è di solito autodidatta, privo di specifica formazione artistica, di livello culturale ed estrazione sociale modesti. Le opere naïf, generalmente dipinti, sono caratterizzate da una notevole semplificazione concettuale e da una certa modestia tecnica ed esecutiva, sia nel disegno che nella stesura del colore e nell'impianto prospettico e compositivo d'insieme. Il tema predominante è la rappresentazione della realtà sociale più umile e quotidiana, generalmente in chiave favolistica, poetica o magica. Sembra la descrizione della quotidianità di Antonio Ligabue che nelle campagne di Gualtieri evita le persone ma è affascinato dagli animali. Non è raro vederlo appollaiato su un ramo mentre fa il verso a qualche animale o quando è sera a lume di candela disegnare i suoi amati animali : ermellini, tacchini, pantere, pavoni, cani, tigri, trichechi. Antonio è ossessionato dall'eterna lotta tra le forze della natura, la tigre contro il boa, il pavone contro il tacchino, il tacchino contro la tigre e...L’uomo Antonio, forse, vorrebbe essere un animale tra gli animali per meglio comprendere il magico legame tra il mondo della natura ed un’essenza magica che lui sente,desidera, ma ritiene irraggiungibile.

Questa nuova mostra avrà il compito di ricordare questo grande e discusso, ma forse ancora oggi poco compreso, maestro della pittura italiana del ‘900 a 50 anni dalla sua morte. Saranno esposti oltre 100 opere tra dipinti, disegni, incisioni e sculture con i quali il pubblico avrà modo di confrontarsi . Per meglio conoscersi ? .