All review

29 Giugno Giu 2015 0642 29 giugno 2015

Comunità Europea chiama Africa !

  • ...

Spesso mi capita di rileggere alcuni vecchi post,tanto per rinfrescarmi la memoria su piccoli o grandi eventi di qualche anno fa. Questa volta ho trovato un post da me pubblicato quattro anni fa sul blog del Quotidiano.net quando era già iniziata la migrazione 'biblica' dal continente africano ma la Libia riusciva ancora,tramite il proprio indiscusso leader Gheddafi, ad operare da prezioso filtro.

'Eh sì ! Affrontiamo con il cuore in mano l'argomento ' Immigrati ed immigrazioni' e facciamo un esame di coscienza . Siamo favorevoli o contrari ? Siamo disposti a condividere le loro miserie ? Ma attenzione non mi/vi sto chiedendo un giudizio generale e politico che nella stragrande maggioranza dei casi è positivo se non altro per una diffusa cultura religiosa che ha sempre aleggiato nel nostro paese. Vorrei sapere se per davvero siamo/te disponibili a sacrificare parte del nostro benessere acquisito per aiutare un popolo in fuga.Una cambiale in bianco , oltretutto , dove non è scritta la cifra totale , perchè non sappiamo quanti di questi 'poveri ' arriveranno in Italia. Dopo i Tunisini potrebbe essere la volta dei Libici , dopo degli Egiziani , Eritrei , Somali senza contare quanti popoli in cerca di pace e prosperità sono al di là del grande deserto del Sahara. Un continente , quello africano , depredato nei secoli scorsi dalle grandi potenze occidentali il quale ora per mezzo di internet e della Tv satellitare ci guarda con bramosia e speranza. La Comunità Europea formata e sviluppata nel '900 non ha però saputo o voluto tenere presente che il continente africano, distante da quello europeo poche miglia marine, avrebbe voluto saldare i conti ed esigere un ' pezzettino di paradiso '. Da anni milioni di africani si sono riversati anno dopo anno in tutta l'Europa comunitaria , spesso in maniera disciplinata e legale , talvolta , come in Italia , in maniera irregolare ed illegale andando ad incrementare il lavoro nero od abusivo gestito sempre da organizzazioni malavitose. Ma il lavoro di questi ' migranti dell'era moderna ' sono stati di fatto tollerati da tutti i governi perchè hanno portato ricchezza sotto forma di ' braccia lavoro ' disponibili a fare attività che i nostri figli e nipoti ormai rifiutano. Oggi però si è verificato un evento che i nostri politici ,italiani ed europei in generale , non avevano previsto : la rivolta del popolo nord-africano ( Tunisia , Libia , Egitto ) contro i loro governanti sfruttatori che di fatto venivano aiutati dai nostri governi in cambio della loro azione di filtro contro l'immigrazione clandestina di massa. Che senso ha la missione di Berlusconi e Maroni in Tunisia ? E' ovvio che il governo libico non ha nessuna intenzione di riprendere a svolgere lo stesso servizio per i governi occidentali ! Vi è allora una maniera per uscire da questa situazione che di fatto rischia di compromettere la qualità della vita dei nostri nipoti e pronipoti ? Certo ! Prendendo atto , come U.E . della necessità di adottare il continente africano . Non è una bischerata , anche in termini economici penso che sarebbe un investimento con un ritorno eccezionale in termini di posti di lavoro con conseguente tendenza al rientro nei rispettivi stati di origine di molti africani. In pratica occorrerebbe bloccare prima di tutto la vendita di armi a questi paesi , cercare di far interrompere tutte le guerre tribali in corso , quindi ristabilita pace ed ordine sociale , sollecitare grandi e piccoli imprenditori europei ad iniziare attività industriali ed artigianali in quei territori godendo di grandi sgravi fiscali e costo del lavoro ridotto. Così oltretutto si comincerebbe davvero a fare la concorrenza ai prodotti made in China.Ma più che altro una motivazione ed un obbiettivo del genere potrebbero essere realmente condivisi da tutta l'UE e rappresentare così ' l'anello di congiunzione ' che ad oggi manca per fare della comunità europea una vera regione di pace mondiale dove la potenza e lo sviluppo economico siano veramente ed esclusivamente il mezzo per esportare civiltà e benessere in tutto il mondo. '

Questo articolo è ancora attuale anche oggi dopo la caduta di Gheddafi, Saddam Hussein e la nascita dell'Isis ?