All review

28 Settembre Set 2015 1936 28 settembre 2015

A Livorno il Festival 'Il senso del ridicolo', primo festival italiano sull'umorismo, sulla comicità e sulla satira.

  • ...

Livornocronaca - il Vernacoliere, o più semplicemente il Vernacoliere, è un «mensile di satira, umorismo e mancanza di rispetto in vernacolo livornese e in italiano»pubblicato a Livorno ed è diretto da Mario Cardinali .La rivista trae origini dal periodico locale di controinformazione libertaria Livornocronaca, settimanale dal 1961 al 1969, quindicinale fino al 1972 e infine mensile col sottotitolo 'il Vernacoliere', divenuto poi semplicemente il Vernacoliere nel 1982, soprattutto ad opera del direttore-editore Mario Cardinali e del disegnatore Max Greggio.In questa nuova forma satirica, la rivista adotta il vernacolo livornese per alcuni articoli satirici e per buona parte delle vignette e delle storie a fumetti, e l'italiano per gli editoriali, per alcuni articoli d'opinione e per la maggior parte delle vignette.La tiratura media è attualmente (2014) di 36mila copie a numero, diffuse nelle edicole di tutta la Toscana» e in parte di alcune regioni centro-settentrionali, con migliaia di abbonati in tutta Italia e all’estero.Nel 1995 al direttore del Vernacoliere è stato assegnato il 'Premio internazionale di Satira politica di Forte dei Marmi'.Fra gli argomenti del passato più ricorrenti nelle pagine del Vernacoliere ci sono la topa, i pisani ( campanilismo livornese contro i pisani) , i politici e gli eventi sociali più notevoli. Le locandine del giornale in vernacolo livornese, irriverenti e sboccate, sono diventate un vero e proprio fenomeno di costume e sono comunemente esposte nelle edicole di tutta la Toscana e di alcune grandi città italiane.

Una scelta di circa 400 locandine storiche sono state in mostra a Livorno presso la Fortezza Vecchia dal 25 al 27 settembre 2015 in occasione del Festival 'Il senso del ridicolo', primo festival italiano sull'umorismo, sulla comicità e sulla satira,tre giorni di incontri, letture e spettacoli per ragionare sul tema.Direttore del festival è Stefano Bartezzaghi ,tra gli ospiti, Francesco Piccolo ,Alessandro Bergonzoni,Gioele Dix e Sara Chiappori, Sergio Staino, Carlo Freccero, Enrico Mentana e molti altri . Il Teatro Sotterraneo ha poi coinvolto il pubblico in Homo ridens_Livorno, un test collettivo sugli stimoli che attengono al riso e ai suoi meccanismi.Infine, due mostre, 'Il Vernacoliere. Ridere è libertà' e 'Nessuno resterà all'asciutto', sono state affiancate dalla proiezione del film 'Italiano Medio' di Maccio Capatonda.