All review

20 Ottobre Ott 2015 1812 20 ottobre 2015

''Maddalena...zero in condotta ''

  • ...

Il soggetto del film è tratto da una commedia ungherese di Laszlo Kadar, una tipica commedia degli equivoci. La pellicola è girata negli studi della Titanus alla Farnesina ottenendo il visto censura n. 31190 il 13 dicembre 1940.

Paese di produzioneItalia, anno 1940,durata70 min,genere commedia,regia Vittorio De Sica,Soggetto Laslo Kadar,Produttoretore Giorgio Genesi per Artisti Associati,Musiche Nuccio Fiorda , Scenografia Gastone Medin Interpreti e personaggi :Carla Del Poggio: Maddalena Lenci ; Vittorio De Sica: Alfredo Hartman figlio, padre e nonno;Vera Bergman: la professoressa Elisa Malgari; Irasema Dilian: Eva, la privatista ;Roberto Villa: Stefano Armani; Guglielmo Barnabò: il signor Emilio Lenci, padre di Maddalena ;Amelia Chellini: la direttrice della scuola; Giuseppe Varni: Amilcare Bondani, il bidello; Arturo Bragaglia: Sila, il professore di ginnastica;Pina Renzi: la professoressa Varzi;Lina Marengo: la professoressa di geografia; Armando Migliari: Malesci, il professore di chimica; Paola Veneroni: l'allieva Barghetti, la spiona; Dora Bini: l'allieva Caricati;Irma Corelli: l'allieva Silvestri; Pia Attanasio Fioretti: la signora Lenci, madre di Maddalena ;Livia Minelli: la cameriera di casa Lenci ;Aldo Fabrizi :doppiatore di Amilcare Bondani, il bidello

La trama :

In un istituto commerciale di Roma la studentessa Maddalena ( Carla DelPoggio) trova tra le carte della professoressa Malgari(Vera Bergman) una lettera d'amore indirizzata ad un immaginario destinatario, presente nel testo di esercizi di corrispondenza.Nella lettera, indirizzata a Alfredo Hartman ( Vittorio De Sica), tra l'altro è scritto il suo desiderio di conoscere il fantomatico destinatario, che in realtà esiste.La studentessa privatista Eva ( Irasema Delian), impadronitasi della lettera, la spedisce per errore all'indirizzo riportato nell'intestazione ed essa viene effettivamente recapitata al Sig. Alfredo Hartman, un ricco industriale di Vienna. Alfredo si incuriosisce a tal punto da voler conoscere la ragazza che l'ha scritta; parte dunque per Roma, dove incontra suo cugino, che lo aiuta nelle ricerche presso l'istituto frequentato da Maddalena.Comincia così una commedia degli equivoci che avrà come epilogo un doppio matrimonio...

Perchè vederlo :

In qualche modo rappresenta l'esame di maturità di Vittorio De Sica nel mondo della regia, qui alla sua seconda prova dopo l'esordio dietro la macchina da presa con Giuseppe Damato in Rose Scarlatte. Senza però abbandonare la scena , tanto che addirittura interpreta tre parti diverse nel film (Hartman figlio, padre e nonno). Il bidello interpretato da Giuseppe Varni è doppiato da Aldo Fabrizi.Ma non solo , dopo 75 anni è il caso di dire che fa molto piacere rivedere un film dove viene mostrata con grande precisione il mondo della scuola italiano nella prima metà del secolo scorso con tutti quei vizi e virtù che ritroviamo nel sistema scolastico attuale. Un plauso a RAI 3 che ancora oggi propone nella propria progammazione la visione di tali film che sono veri e propri'monumenti oggi digitalizzati'che riusciranno a traghettare il nostro ' come eravamo ' con tenerezza e simpatia alle generazioni che verranno.