All review

9 Novembre Nov 2015 1445 09 novembre 2015

''La Traviata''di Giuseppe Verdi: la prima rappresentazione ' un fiasco ', l'ultima in ordine di tempo un successo stimolante.

  • ...

La prima rappresentazione della Traviata fu al Teatro La Fenice di Venezia la sera del 6 marzo 1853 ma, a causa forse di interpreti carenti e probabilmente per il soggetto allora considerato scabroso, non si rivelò un successo. Stasera, 7 novembre 2015, invece Giuseppe Verdi avrebbe gioito ad assistere, dopo 162 anni, ad una ennesima messa in scena della sua creazione che ha fatto riempire lo storico teatro livornese come non mai, tributando agli interpreti, giovani ma già di buon talento, calorosi e convinti applausi che sono sfociati alla fine in una vera e propria ovazione nei confronti di Violetta, interpretata dalla giovane e bella soprano Silvia Pantani che ha messo in mostra una voce squillante e già ben educata oltre ad un temperamento espressivo che preludono certamente ad una bella carriera.

Va sottolineato che la nuova edizione livornese è interamente prodotta utilizzando tutte le professionalità presenti all'interno dello storico teatro Goldoni dando nuovamente vita a quella virtuosa collaborazione artistico-artigianale che ha reso da sempre l'ambiente del melodramma una sinergica fucina d'ingegni. Non è sfuggito al pubblico come il regista Renato Bonajuto abbia, alla fine della rappresentazione, chiamato sul palco per ricevere il giusto tributo di ringraziamenti da parte degli spettatori entusiasti, tutte le maestranze che a qualunque titolo hanno contribuito a questo successo. Per il regista si è realizzata ' la quadratura del cerchio'dal momento che lo staff produttivo è riuscito così bene a materializzare l'azione scenica dell'opera alla fine degli anni sessanta del precedente secolo con chiari richiami alla città di Livorno restituendo attualità a quest'opera di Verdi nel pieno rispetto della successione drammaturgica indicata dall'autore.

Perfette le sonorità ed i timbri orchestrali, asciutti e perfettamente integrati con le voci dei cantanti, prezioso e di ottimo effetto il coro. Non dimentichiamo che finalmente i truccatori hanno dovuto lavorare egregiamente non per ringiovanire, ma per invecchiare ' le sembianze' di uno stuolo di giovani artisti. Una ventata di aria fresca in platea : non era aperta la porta centrale...