All review

6 Gennaio Gen 2016 0723 06 gennaio 2016

Il pianto di Obama

  • ...

Il presidente Usa Barack Obama piange annunciando la stretta per decreto sulle armi.

Ieri Obama, in diretta televisiva, ha annunciato che userà tutti i suoi poteri esecutivi per ostacolare, come non mai, la vendita di armi da fuoco che hanno determinato il triste primato della morte di circa 30 mila americani ogni anno in USA.

Le lacrime hanno rigato copiosamente le guance dell'uomo più potente del mondo quando ha detto :'Ogni volta che penso a quei bambini, divento matto'ricordando la morte di 20 vite innocenti ,vittime della strage della scuola elementare Sandy Hook di Newtown, in Connecticut. , un giorno che Obama aveva già definito 'il più triste' della sua presidenza. ll presidente ha mostrato così al mondo intero la sua sensibilità, un'encomiabile dote per un grande uomo, non certo un difetto. Ma... il problema nasce,però, pensando al numero enorme di bambini/e che muoiono anch'essi ogni anno nel mondo intero a causa di armi usate o vendute dagli americani.

Bambini siriani durante la guerra.

Anche in questo caso, qualche lacrimuccia e qualche iniziativa per limitarne l'uso e/o il triste mercato, da parte del 'presidentissimo' non farebbe male. Anzi, potrebbe rappresentare un decisivo stimolo per tutti i 'potenti' del mondo per iniziare la tanto sospirata via del disarmo totale, unico reale ostacolo per il raggingimento di una giustizia sociale diffusa e duratura.