All review

30 Gennaio Gen 2016 0019 30 gennaio 2016

Recensione del film ''L'abbiamo fatta grossa''

  • ...

Paese di produzione Italia ; Anno 2016; Genere commedia; Durata 112'; Regia Carlo Verdone; Soggetto Carlo Verdone, Pasquale Plastino, Massimo Gaudioso; Sceneggiatura Carlo Verdone, Pasquale Plastino, Massimo Gaudioso; Produttore Aurelio De Laurentiis e Luigi De Laurentiis ; Casa di produzione Filmauro; Distribuzione (Italia) Universal Pictures ; Musiche Andrea Farri ; Scenografia Giuliano Pannuti; Interpreti e personaggi - Carlo Verdone: Arturo Merlino ; Antonio Albanese: Yuri Pelagatti; Clotilde Sabatino: Carla;Anna Kasyan: Lena ; Massimo Popolizio: Conversani; Eugenio Krauss: Ispettore di Polizia; Simona Caparrini: Attrice teatrale

Arturo Merlino (Carlo Verdone) è un ex carabiniere e un modesto investigatore che vive con la vecchia zia 'sbarcando il lunario' ricuperando gatti scomparsi o indagando sulle infedeltà coniugali. Proprio per questo Yuri Pelagatti (Antonio Albanese), un attore che sembra avere perso la memoria, contatta Merlino per cercare di non pagare più l'assegno mensile alla moglie divorziata Carla ( Clotilde Sabatino) che ora vive con il suo avvocato. Per svolgere le indagini Merlino cerca di intercettare dei dialoghi ma il caso lo porta a sbagliare la coppia, errore che porterà l'investigatore pasticcione ed il suo sfortunato cliente ad essere coinvolti in una pericolosa avventura piena di soldi e gente di malaffare. Ottima la sceneggiatura e la regia di questo film nel quale le situazioni più comiche si intrecciano molto bene, con ritmo ed armonia, con sequenze da vero thriller. Il cast è formato da due star di prima grandezza ( Verdone ed Albanese) contornati e supportati in modo egregio da molti altri attori meno noti .

Il duopolo Verdone-Albanese, fortemente voluto da Carlo Verdone, si è rilevato una felice intuizione che ha valorizzato le rispettive interpretazioni senza dare modo allo spettatore di vedere nel film 'una spalla' ma casomai due teste ed un cuore: il rispettivo ingegno di due artisti in un unico scrigno emotivo. Da segnalare la più che convincente interpretazione della cantante lirica armena Anna Kasyan nei panni di Lena, la barista extracomunitaria innamorata di Arturo Merlino ed il prezioso cammeo interpretativo realizzato da Giuliano Montaldo e Vera Pescarolo, la coppia di anziani che hanno perso un gatto poi ritrovato dall'astuto investigatore. Quindi le cose più riuscite di questo film sono : prima di tutto la regia, dopo la sinergica coppia superespressiva Verdone-Albanese ed infine una sceneggiatura che non tralascia neppure una sottolineatura di stampo ' nazional-popolare 'che evoca una cruda satira dell'Italia di oggi nella fredda elencazione delle cose da fare con un pò di denaro ''piovuto dal cielo'' fatta dagli interpreti.