All review

6 Febbraio Feb 2016 0912 06 febbraio 2016

Recensione del film ''The hateful eight ''

  • ...

Regia: Quentin Tarantino ; Soggetto: Quentin Tarantino; Sceneggiatura : Quentin Tarantino; Paese di produzione: USA; Casa di produzione : The Weinstein Company ; Distribuzione (Italia): 01 Distribution ; Fotografia: Robert Richardson; Effetti speciali: Laurent Gillet, Method Studios, ScanlineVFX; Musiche: Ennio Morricone; Scenografia: Yohei Taneda ; Anno 2015 ; Durata :167 min (versione digitale);Genere : western, giallo, thriller, azione.

Interpreti e personaggi Samuel L. Jackson: Magg. Marquis Warren ; Kurt Russell: John Ruth; Jennifer Jason Leigh: Daisy Domergue; Walton Goggins: Chris Mannix; Demián Bichir: Bob; Tim Roth: Oswaldo Mobray; Michael Madsen: Joe Gage; Bruce Dern: Gen. Sanford Smithers; James Parks: O.B. Jackson; Channing Tatum: Jody Domingray; Dana Gourrier: Minnie Mink; Zoë Bell: Judy 'sei cavalli'; Lee Horsley: Ed; Gene Jones: Sweet Dave; Keith Jefferson: Charly; Craig Stark: Chester Charles Smithers; Belinda Owino: Gemma.

Il geniale Quentin Tarantino ci ha donato il suo prezioso ottavo film, certamente da vedere, per apprezzare le molte novità cinematografiche che contiene. Un giallo ambientato nel freddissimo inverno del Wyoming in una sperduta e fatiscente locanda( l'emporio di Minnie) piazzata sulla via per Red Rock, una cittadina che deve essere raggiunta da una carrozza a cavalli con a bordo il cacciatore di taglie (Kurt Russell), un suo collega (Samuel L. Jackson), la fuorilegge catturata (Jennifer Jason Leigh) e il sedicente nuovo sceriffo di Red Rock (Walton Goggins). Al loro arrivo non trovano i soliti gestori ma il messicano Bob (Demián Bichir), un vecchio generale sudista (Bruce Dern), un fattore (Michael Madsen) ed il boia della vicina città Oswaldo Mobray (Tim Roth).

Il western nel suo sviluppo narrativo è estremamente valorizzato dalla eccezionale fotografia di Robert Richardson, dalla regia di Tarantino che utilizza la tecnica dei primi piani come speciale scandaglio delle verità più recondite, espresse dalla mimica dei grandi interpreti durante i fitti dialoghi molto spesso interrotti violentemnente da conati di violenza degni dei migliori film horror.La colonna sonora originale del film è di Ennio Morricone per la quale il maestro italiano ha già avuto la nomination all'Oscar.

Una scena di The Hateful Eight, il nuovo western sulla neve di Quentin Tarantino.

Il lavoro di Tarantino è davvero complesso tanto che, come succede per i brani musicali, si apprezza meglio la seconda volta anche perchè nel film un cast stellare si ritrova in una stanza a sfidarsi prima con tante parole da soppesare attentamente prima che si scateni l'inferno. Per arrivare così a comprendere i temi di questo film ( origini della violenza e della segregazione negli Stati Uniti) che vanno oltre le narrazioni dei classici e tipici soggetti western americani ( il boia, il cacciatore di teste, il messicano,ecc.)