All review

23 Aprile Apr 2016 0008 23 aprile 2016

Recensione del film '' Zona d'ombra''

  • ...

Regia: Peter Landesman; Sceneggiatra: Peter Landesman; Fotografia: Salvatore Totino; Musiche: James Newton Howard; Produzione: Scott Free Productions, Shuman Company; Distribuzione: Warner Bros. Italia; Paese: USA; Durata: 123' ; Genere: drammatico; Data uscita: 21 aprile 2016

Attori: Will Smith, Alec Baldwin, Luke Wilson, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Gugu Mbatha-Raw, Eddie Marsan, Bitsie Tulloch, Stephen Moyer, David Morse, Albert Brooks, Matthew Willig, Paul Reiser, Arliss Howard

Un film che racconta la storia vera di Bennet Ifeakandu Omalu medico americano di origine nigeriana, medico legale e neuropatologo, che per primo scoprì e pubblicò l'encefalopatia traumatica cronica (CTE), esaminando i tessuti nervosi di giocatori professionisti di football americano deceduti in varie circostanze. Lo interpreta sullo schermo l'attore Will Smith che con grande intensità è riuscito a far capire al pubblico come questo medico sia riuscito a scoprire l'origine di una terribile malattia neurodegenerativa responsabile di una complessa sintomatologia che porta anche alla pazzia, dovuta ai violenti e ripetuti colpi alla testa ricevuti dai giocatori durante le partite.

E' ovvio che tutta la 'suspense' del film si gioca ''sull'effetto Davide-Golia'': Davide è il bravo, sensibile, disinteressato ed amante sviscerato dell'America a stelle e strisce dr. Bennett e Golia è la superpotente, ricchissima ed influente, anche politicamente parlando, NFL (National Football League). La scoperta scientifica potrebbe minare le pur robuste radici del gioco più seguito d'America, ma non solo: se i traumi sono dovuti a colpi violenti che un atleta può ripetutamente ricevere alla testa, si dovrebbero considerare a rischio tutti gli sport '' di contatto '' che in America includono oltre all' American football anche, l'hockey su ghiaccio, il rugby, la boxe, il soccer ed il wrestling.

Insomma il pericolo visto dalla parte dei ''cattivoni'' è che una scoperta scientifica possa danneggiare dei ''giocattolini'' che producono ricchezze sconfinate. Il pericolo per il pubblico è anche peggiore : pensare che veramente questo possa accadere. In America, in Italia o nel resto del mondo. Siamo così in una zona d'ombra dove la luce dovrebbe rappresentare la Verità.