All review

28 Maggio Mag 2016 1635 28 maggio 2016

E' morto Giorgio Albertazzi ? No,riposa in pace!

  • ...

Per quella magnifica serata scrissi un post dal titolo :

http://www.lettera43.it/blog/all-review/cinema-teatro/albertazzi---90-anni-buttati-in-poesia-_43675117608.htm

del quale ricordo un frammento solo per proiettare una luce gradevole in un momento di tristezza :

'' ...L'Italia intera gli ha tributato ieri sera calorosi auguri nell'ambito di una festa di compleanno che lo ha visto prima di tutto in scena al teatro de La Versiliana nello spettacolo ‘Io ho quel che ho donato’ omaggio a Gabriele D’Annunzio nel 150esimo anniversario dalla sua nascita, di cui è autore, regista e interprete.Un pubblico entusiasta ha riempito completamente il teatro , gente comune appassionata di teatro e fans dell'illuminato maestro insieme a tanti volti noti e meno noti del mondo dello spettacolo ( Maurizio Scaparro, Carlo Giuffrè, Mariangela D'Abbraccio, Sebastiano Lo Monaco , Andrée Ruth Shammah, Carla Fracci , ecc.) gli hanno cantato addirittura a squarciagola ' Tanti auguri ...'

Era in Toscana nella casa della moglie, Pia De' Tolomei che Valter Veltroni nel 2007, nella chiesetta sconsacrata di Caracalla aveva unito in matrimonio,quando lui aveva 84 anni e lei 48. Una vita piena e ricca di soddisfazioni e amore;aveva esordito in teatro nel 1949 con Luchino Visconti in 'Troilo e Cressida' di Shakespeare e la sua ultima apparizione era stata ne ''Il mercante di Venezia'' (stagione 2014/15) ricordando però che il suo lavoro preferito era le ''Memorie di Adriano'' di Marguerite Yourcenar con la regia di Maurizio Scaparro, che recitava dal 1989.

Anna Proclemer e Giorgio Albertazzi.

E' il momento delle grandi semplificazioni che portano anche a ricordare eventi fondamentali nella sua esistenza oltre il teatro : la sua compagna sulla scena e nella vita dal 1956 Anna Proclemer fino al recente matrimonio ed il suo peccato di gioventù .Nel 1943 aderì alla Repubblica di Salò, ricoprendo il grado di tenente nella 3ª Compagnia della 'Legione Tagliamento' - GNR. . Con la sconfitta della R.S.I. nel 1945 fu arrestato per aver comandato, nei giorni che precedettero la Liberazione, un plotone di esecuzione e per collaborazionismo e trascorse due anni in carcere, per essere poi liberato nel 1947 a seguito della cosiddetta 'amnistia Togliatti'. Laureato in architettura, si dedicò con enorme successo alla recitazione in fotoromanzi, in teatro, al cinema ed in televisione.

Quello di Albertazzi 'non sarà un funerale, spiega la famiglia , perchè il maestro desiderava così, ma un saluto agli amici domani, domenica alle 17 nella tenuta di famiglia alla Pescaia di Grosseto'.