All review

25 Giugno Giu 2016 0800 25 giugno 2016

Recensione del film '' Tutti vogliono qualcosa''

  • ...

Per capire e magari apprezzare questo film è necessario un passo indietro. Linklater, il regista del film '' Tutti vogliona qualcosa'' è l'autore e regista del film '' Boyhood''del 2014 che ha partecipato in concorso alla 64ª edizione del Festival di Berlino, dove ha vinto l'Orso d'argento per il miglior regista. Ai Golden Globes 2015 il film ha fatto incetta di premi, vincendo nelle categorie miglior film drammatico, miglior regista e miglior attrice non protagonista, andato a Patricia Arquette, che si è anche aggiudicata l'Oscar.La lavorazione del film è durata 12 anni, dal 2002 al 2013, per raccontare la crescita di Mason (interpretato da Ellar Coltrane) e il rapporto con i genitori divorziati (interpretati da Ethan Hawke e Patricia Arquette) e l'attuale film ''Tutti vogliono qualcosa'' è praticamente il proseguimento del precedente film, questa volta fortunatamente per lui e per noi girato in tempi accettabili e che copre nell'azione lo spazio temporale di tre giorni.

In '' Boyhood'' Mason è arrivato al college, in '' Tutti vogliono qualcosa'' (siamo negli anni '80) Jake, terminato il precedente ciclo di studi, arriva al campus universitario con una borsa di studio per i suoi meriti sportivi come giocatore di baseball. Tutta l'azione del film è concentrata nei tre giorni che precedono l'inizio dell'anno scolastico andando a focalizzare bene le dinamiche di gruppo che il giovane deve affrontare per l'inserimento nella casa dello studente con i compagni di corso e di squadra superadrenalitici, con la mente sempre rivolta alla ricerca di sesso, le competizioni sportive di tutti i tipi e sopratutto le grandi bevute. Musica ''a palla'' del periodo, linguaggio più che scurrile che avrà messo a dura prova i doppiatori, prima degli spettatori. Il film riesce comunque ed esclusivamente a mettere bene in luce il tema ossessivo di Linklater : il tempo che passa.