All review

17 Luglio Lug 2016 1454 17 luglio 2016

Recensione del film : ''Les Souvenirs''

  • ...

Un film di Jean-Paul Rouve. Con Michel Blanc, Annie Cordy, Mathieu Spinosi, Chantal Lauby, William Lebghil, Audrey Lamy, Flore Bonaventura, Jean-Paul Rouve, Jacques Boudet, Xavier Briere, Yvan Garouel. Drammatico, durata 96 min. - Francia 2014

Un film da vedere in compagnia di una persona che si ama: la/il compagna/o della propria vita, la/il fidanzata/o, la madre od il padre od il ricordo di un grande amore. Perchè il tema conduttore del romanzo omonimo di David Foenkinos e quindi dell'opera di Jean-Paul Rouve è l'amore, in tutte le salse ed in tutte le stagioni della vita, da condividere, custodire gelosamente e coccolare per sempre.

Due i coprotagonisti di questo ''pathos'', che è una delle due forze che regolano l'animo umano secondo il pensiero greco, in contrapposizione al ''logos'', che è la parte razionale: Romain (Mathieu Spinosi), un giovane iscritto alla facoltà di lettere con il sogno nel cassetto di scrivere un romanzo e sua nonna Madeleine (Annie Cordy), che viene forzatamente rinchiusa in un ricovero dopo la morte del marito. Il primo figlio di Madeleine, Michel ( Michel Blanc), il padre di Romain ha evidentemente il '' logos'' preponderante nei suoi affetti, questo giustifica le proprie scelte, ma la bravura dell'attore e del regista è stata quella di aver saputo '' condire'' queste situazioni drammatiche con leggerezza e poesia a tale punto da fare emergere spunti esilaranti anche là dove le circostanze inducono alla tristezza. Il film'' cavalca'' con disinvoltura il tempo che passa, dalla giovinezza alla vecchiaia, mettendo insieme con grande delicatezza gioia e dolori che sono il condimento della vita. Nonna e nipote ne sono perfettamente coscienti , il figlio Michel un pò meno.

Il film Les Souvenirs è immerso nella più profonda quotidianità , parla di tutte quelle situazioni con cui ci confrontiamo o ci confronteremo ogni giorno( gli affetti coniugali, la pensione , i rapporti con i nonni ed i nostri genitori , la vecchiaia e la solitudine) per questo può interessare giovani , adulti ed anziani. Struggente la colonna sonora. Passate dal cinema per riequilibrare il rapporto tra ''pathos'' e '' logos''

Correlati