All review

24 Settembre Set 2016 0214 24 settembre 2016

Recensione del film '' Prima di Lunedì''

  • ...

Due uova pasquali molto grandi e confezionate in giallo sgargiante sono gli elementi portanti intorno ai quali ruota una storia '' stralunata'' ma per certi aspetti interessante ed avvincente. Un uovo è di cioccolato mentre l'altro, identico apparentemente, in realtà contiene un uovo fossile di dinosauro trafugato da un museo ed in procinto di essere venduto per una cifra rilevante.

Il ladro gentiluomo, intrigante e sensibile sia nella sfera pubblica che privata, è Carlito Brigante ( Vincenzo Salemme ) , grande collezionista di italianità ( possiede una ricca collezione di Fiat 500), amante dell'ordine e aspro critico delle realtà commerciali estere presenti sul mercato italiano. E' colui che ha rubato l'uovo di dinosauro ed architetterà tutta la spassosa messa in scena per portare a compimento il suo progetto criminale.

Vincenzo Salemme è riuscito per la prima volta ad uscire dalla sua verve macchiettistica per donarci un personaggio carico di umanità negativa e positiva, manifesta, supposta ed ipotizzata. Sandra Milo, un mito del cinema italiano collegato all'estro del grande maesto Fellini, è riuscita a donarci ancora , con la stessa intensità di quando aveva qualche anno in meno, una recitazione a prova di primi piani, dove le sfumature interpretative sembrano essersi rafforzate nella sua intramontabile maschera facciale.

Ma in quest'opera corale, dobbiamo tenere conto anche della spontaneità espressiva del bravo Di Maria e dalla forza interpretativa di Martina Stella che sembra avere raggiunto un' apprezzabile maturità artistica. Vecchi e giovani, buoni e cattivi , nobili sentimenti e cattive abitudini, l'italiano dei luoghi comuni e delle grandi intuizioni ? Il film delle grandi incongruenze, dove l'importante è finire tutto in bellezza entro la fine della settimana. Prima di lunedì.

Correlati