All review

3 Novembre Nov 2016 0656 03 novembre 2016

50 anni fa il diluvio a Firenze

  • ...

Lo straripamento del fiume Arno avvenuto nelle prime ore di venerdì 4 novembre 1966 a seguito di un'eccezionale ondata di maltempo fu uno dei più gravi eventi alluvionali accaduti in Italia e causò forti danni non solo a Firenze ma in gran parte della Toscana.

Oltre alle vittime ed agli ingenti danni alle infrastrutture della città va ricordata la profonda ferita inferta al suo patrimonio artistico: migliaia di volumi, tra cui preziosi manoscritti o rare opere a stampa furono coperti di fango nei magazzini della Biblioteca Nazionale Centrale, e una delle più importanti opere pittoriche di tutti i tempi, il Crocifisso di Cimabue conservato nella Basilica di Santa Croce, fu seriamente danneggiato. La Porta del Paradiso del Battistero di Firenze fu spalancata dalle acque e si staccarono quasi tutte le formelle del Ghiberti; innumerevoli i danni ai depositi degli Uffizi, ma si ricorda ancora oggi dopo mezzo secolo come un vero e proprio esercito di giovani e meno giovani ( '' Angeli del fango'') di tutte le nazionalità volontariamente, subito dopo l'alluvione, arrivarono a migliaia in città per salvare le opere d'arte e i libri.

Per ricordare tutto questo, domenica 6 novembre 2016 alle ore 17 nella Sala ex Leopoldine in piazza Tasso ,7 a Firenze, attraverso l'emozione del canto lirico e della musica, verranno rivissute una serie di letture tratte da 'FIRENZE i giorni del diluvio' di Franco Nencini. Episodi estremamente carichi di sentimento sulle primissime ore dell'alluvione saranno intervallate da una varietà di riferimenti storico-letterari che in un contesto di suggestione e calore apriranno l'immaginario dello spettatore.

Testi e regia a cura di Filippo Frittelli- Voce recitante Filippo Frittelli - Soprano Stefania Renieri -Violoncello Alessandro Ciardini

Ingresso libero

Spettacolo all'interno del programma del Comune di Firenze - Q1 Centro storico 'Firenze e l'acqua 50 anni dopo'

Correlati