All review

24 Febbraio Feb 2017 1022 24 febbraio 2017

Le serie tv on demand : il mondo futuro visto in una sfera di cristallo

  • ...

Pardon, nel monitor di una smart TV che ha come principale caratteristica l'integrazione di funzioni e di servizi legati a internet ed in particolare al cosiddetto Web 2.0 offrendo la possibilità di usufruire di servizi online tipicamente destinati a normali personal computer, quali navigazione internet, video on demand, Internet TV, multimedialità, servizi in streaming e social network.

Sono nate così diverse società in questo settore come per esempio Netflix un'azienda operante nella distribuzione via internet di film, serie televisive e altri contenuti d'intrattenimento.Nata nel 1997, inizialmente l'attività principale consisteva nell'offrire il noleggio di DVD e videogiochi, alla fine del 2016 Netflix si afferma come leader del settore on Demand avendo nel mondo 93,8 milioni di abbonati. In questo ultimo periodo è stato prodotta in brasile una serie televisiva dal titolo asciutto ed ermetico ''3%'' che è stata interamente pubblicata il 25 novembre 2016 a livello globale in oltre 190 paesi dove è presente il servizio on demand Netflix. Si tratta di un reboot di una web serie del 2011 creata, prodotta e caricata su YouTube da Pedro Aguilera.Il 4 dicembre 2016 è stata riconfermata una seconda stagione di questa serie TV brasiliana di genere thriller, fantascienza, composta da 8 episodi della durata di 45'.La regia è di César Charlone, Daina Giannecchini, Dani Libardi e Jotagá Crema; gli Interpreti e personaggi sono : Bianca Comparato (Michele) ,João Miguel( Ezequiel), Mel Fronckowiak( Julia), Michel Gomes( Fernando), Vaneza Oliveira( Joana),Viviane Porto(Aline), Rodolfo Valente( Rafael), Rafael Lozano (Marco), Gabriela Rocha.

La serie è ambientata in un futuro in cui le persone sopravviveranno in condizioni a dire poco disastrose eccetto un 3% che vive invece in un 'mondo perfetto', una sorta di pardiso terrestre . Ogni anno un gruppo scelto di ' disgraziati' vengono selezionati per partecipare a prove selettive durissime e crudeli per accedere al posto in paradiso.

E' questo davvero il futuro che verrà ? Speriamo di no, anzi, guardiamo meglio nella 'sfera di cristallo'

Correlati