All review

16 Luglio Lug 2017 1034 16 luglio 2017

''Ovosodo '' 20 anni dopo

  • ...

Fate una prova: osservate le vostre reazioni nel rivederlo

"Ovosodo" è un film del 1997, diretto da Paolo Virzì, quindi è tempo di verificare se i drammi, i sogni e le speranze vissuti dal protagoista Piero Mansani nel quartiere livornese "Barriera Garibaldi"hanno trovato la loro giusta collocazione. Una maniera alternativa per celebrare un film aldilà dei suoi interpreti, preoccupandosi invece più che altro dei suoi 'rappresentati' mettendo così a nudo gli eventuali effetti provocati dalle denunce delle ingiustizie contenute nella sceneggiatura dell'opera.

Virzì debutta alla regia nel 1994 con 'La bella vita', un film interpretato da Sabrina Ferilli, Massimo Ghini e Claudio Bigagli. È la storia di un triangolo sentimentale di ambientazione popolare dove si mescolano dramma ed ironia sullo sfondo dell'irreversibile crisi d'identità della classe operaia. Presentato con successo nel 1994 alla Mostra del cinema di Venezia, il film venne premiato con il Ciak d'oro, il Nastro d'argento e il David di Donatello nella categoria "Migliore Regista Esordiente".
Nel successivo "Ferie d'agosto" (1996), interpretato da un cast di rilievo (Silvio Orlando, Laura Morante, Ennio Fantastichini, Sabrina Ferilli, Piero Natoli), l'isola di Ventotene è il teatro del conflitto tra due famiglie italiane in vacanza. In questa commedia Virzì riflette sulla rivoluzione politica italiana dopo l'avvento del sistema maggioritario, la discesa in campo di Silvio Berlusconi e la conseguente trasformazione di un paese chiamato a schierarsi su due fronti politici contrapposti." Ferie d'agosto" vince il David di Donatello come miglior film dell'anno.'' Ovosodo'' del 1997 interpretato da Edoardo Gabbriellini, uno dei volti nuovi del cinema italiano scoperti dal regista , è il terzo film del regista livornese che riuscì a conquistare i favori del pubblico e della critica ottenendo al Festival di Venezia il Leone d'argento

Piero (E. Gabbriellini) arriva faticosamente al liceo classico per merito della prof.ssa Giovanna ( Nicoletta Braschi)pur provenendo da un quartiere molto popolare . Diventa amico del ricco e irrequieto Tommaso (M. Cocci), piglia una sbandata per una cugina (R. Orioli) dell'amico, è bocciato alla maturità e, dopo il servizio militare, trova lavoro nella fabbrica del padre di Tommaso finché gli tocca in premio la coetanea e coinquilina Susy (C. Pandolfi). E si trova sistemato: marito, padre e operaio. Praticamente una specie di libro Cuore della classe operaia portato sullo schermo con sagacia, professionalità e buon senso da un uomo di sinistra nel profondo dell'anima , specchio dei tempi quando ancora non si parlava di terrorismo dilagante, crisi economica disastrosa, disoccupazione giovanile raccapricciante, flussi migratori eccessivi solo verso l'Italia e le soluzioni ai problemi ambientali potevano sembrare a portata di mano.

Non si era ancora costituito il Movimento 5 Stelle , un partito politico italiano fondato a Milano il 4 ottobre 2009 dal comico e attivista politico Beppe Grillo e dall'imprenditore del web Gianroberto Casaleggio sulla scia dell'esperienza del movimento Amici di Beppe Grillo, attivo dal 2005, e delle Liste Civiche a Cinque Stelle, presentate per la prima volta alle elezioni amministrative del 2009. Beppe Grillo nel 1997 calcava ancora le scene con ben altri intendimenti, Matteo Renzi che aveva già cominciato la propria attività politica durante gli anni del liceo, nel 1996 aveva contribuito alla nascita dei Comitati Prodi in Toscana e si era iscritto al Partito Popolare Italiano, di cui divenne, nel 1999, segretario provinciale .Il governo Prodi rimase in carica dal 18 maggio 1996 al 21 ottobre 1998 ,intanto Berlusconi era già entrato in politica dal 1994 e Bossi 'se lo sentiva duro'.

Venti anni dopo queste sono le domande che ci poniamo nel ricordare questo straordinario film : l'ipotetico Piero Mansani sarà riuscito a mantenere il proprio posto di lavoro? Voterà PD o M5S ? Ed i suoi figli , forse maggiorenni, riusciranno ad avere un posto di lavoro ? Ma più che altro avranno speranze di un mondo migliore ?
Diceva Piero in una celebre frase del film ''...e io vado a lavorare contento. Chi lo sa, forse sono rincorbellito del tutto, o forse sono felice... a parte quella specie di ovo sodo dentro, che non va né in su né in giù, ma che ormai mi fa compagnia come un vecchio amico...''
Dopo 20 anni, uno spunto di riflessione : quella specie di ovo sodo dentro, che non va né in su né in giù, ci fa ancora compagnia come un vecchio amico o ci fa sempre più inc.....re?

Riguardatevi il film...e provate ad inghiottire !

Correlati