All review

4 Ottobre Ott 2017 1926 04 ottobre 2017

Buon compleanno Sputnik !

  • ...

Technician working on Sputnik 1, 1957 Copyright History.com/Sovfoto

Nella notte del 4 ottobre 1957 , sessanta anni fa, è arrivato il primo segnale acustico da un semplice ma geniale satellite artificiale lanciato nello spazio per la prima volta dall'Uomo.
Lo Sputnik 1 ( la parola in russo significa compagno di viaggio, satellite) lanciato dal cosmodromo di Baikonur in Russia era entrato in orbita intorno alla Terra ed era iniziata ufficialmente l'Era Spaziale proiettando l'Uomo verso la conquista dello spazio.

Il lancio di Sputnik 1 ha alimentato la corsa spaziale tra l'Unione Sovietica e gli Stati Uniti che avrebbe portato nei decenni successivi a risultati senza precedenti. Il programma Sputnik dell'Unione Sovietica ebbe inizio nel 1948, quando si intuì la possibilità di modificare missili militari in vettori per il lancio di satelliti. L'annuncio del successo del lancio venne dato da Radio Mosca la notte tra il 4 e il 5 ottobre 1957. Con il lancio dello Sputnik 1 l'Unione Sovietica prese in contropiede gli Stati Uniti che avrebbero avuto una notevole rivincita con il primato delle missioni Apollo per la conquista della Luna.
Lo Sputnik 1 era un oggetto molto semplice : solo una sfera di alluminio di 58 cm di diametro, contenente due trasmittenti (su 20,005 MHz e 40,002 MHz, con una potenza complessiva di circa 1 Watt), una serie di batterie zinco-argento e un termometro; da questo corpo centrale si dipartivano quattro antenne lunghe circa 2,5 metri.
Gli strumenti a bordo dello Sputnik 1 rimasero funzionanti per 57 giorni. Infine, esso bruciò durante il rientro in atmosfera il 4 gennaio 1958 dopo circa 1 400 orbite e 70 000 000 km.

I satelliti e le proiezioni spaziali hanno drammaticamente cambiato il nostro modo di vivere, hanno trasformato il mondo in un villaggio globale dove una ricchezza di informazioni senza precedenti è a portata di mano ovunque, in qualsiasi momento. Il mondo si è ridotto e anche la nostra percezione del pianeta è cambiata grazie al telerilevamento e all'osservazione della Terra.
L'Europa ha preso molte iniziative in questa grande avventura. Dalle teorie che hanno generato grandi successi alla scienza e alla tecnologia che li hanno completati, l'Europa ha condiviso i progressi globali. Dal disegno del razzo alle orbite geostazionarie, gli scienziati europei sono stati coinvolti in molti dei successi degli ultimi sei decenni.

Correlati