All review

27 Gennaio Gen 2018 1810 27 gennaio 2018

Recensione del film '' Downsizing: vivere alla grande''

  • ...

Un film che finalmente passa dalla denuncia del minaccioso problema ambientale ad una proposta operativa , seppure fantascientifica, per la sua risoluzione in tempi sufficientemente brevi . In pratica tutta la sostenibilità del pianeta Terra avrebbe un rapido ed energico impulso positivo se fosse possibile ridurre fisicamente le dimensioni degli esseri umani trasformando i loro debiti in ricchezza e le loro altezze medie di 180 cm in 12 cm. Come conseguenza immediata ci sarebbe una diminuzione enorme delle risorse energetiche necessarie ed un crollo rapido degli inquinanti.
Questo il tema fondamentale del soggetto filmografico, geniale e sconvolgente , che prima di tutto fa spostare in su l'asticella dell' apprensione per i problemi ambientali dello spettatore , favorendo così l'accettazione delle prime proposte operative di tutela come per esempio la raccolta differenziata. Altra notazione importante riguarda la produzione a stelle e strisce del fim dove il Presidente Trump non sembra però ancora sensibilizzato all'urgenza della soluzione delle tematiche ambientali : speriamo che la produzione abbia mandato una copia omaggio in visione alla Casa Bianca.

Matt Damon

''Paul (Matt Damon )e Audrey( Kristen Wiig)Safranek si trovano sempre più in difficoltà economica ma un casuale incontro con alcuni amici di un tempo ad una cena fa balenare nelle loro teste una possibile soluzione . Questi amici sono stati rimpiccioliti ed ora vivono sereni e praticamente ricchi in una cittadina creata su misura per questa nuova "taglia"di abitanti, dove non c'è più criminalità o crisi e dove inoltre il loro impatto sull’ecosistema è notevolmente ridotto, dato che i rifiuti che producono sono pochissimi rispetto a quelli di un uomo di taglia normale ed i loro bisogni energetici sono minimi ... ''

Praticamente tutto il primo tempo del film fila diritto come un fuso con interessanti scenografie ed effetti speciali che spiegano molto bene la realizzazione dell'avvincente scoperta e la sua diffusione dovuta più alla proposta di natura economica rispetto a quella di natura prettamente ecologica. Ma la vera sorpresa, che genera anche una certa delusione nello spettatore , viene nella visione del secondo tempo quando praticamente l'azione del film si sposta non solo di luogo ma più che altro nella ricerca tematica di un nuovo obbiettivo. Il nostro eroe Paul, dopo avere optato per una vita alla grande in formato ' small' , è aggredito e dilaniato da dilemmi esistenziali: affrontare una ipotetica futura salvezza rinunciando agli attuali forti affetti o restare con essi nell'incerto e minaccioso presente? Oltre alla solida e convincente interpretazione di Matt Damon da evidenziare la figura del faccendiere Dusan Mirkovic realizzata dal bravo Christoph Waltz esaltando l'effetto eroe/antieroe.
Il film è stato presentato per la prima volta in Italia all'apertura della 74ma edizione del Festival di Venezia ed è nelle sale dal 25 gennaio 2018.

Regia: Alexander Payne ; Sceneggiatura: Alexander Payne, Jim Taylor; Fotografia :Phedon Papamichael ; Musiche: Rolfe Kent ; Scenografia: Stefania Cella; Effetti speciali: Craig McLauchlan, James E. Price, Lindy DeQuattro ; Interpreti e personaggi : Matt Damon: Paul Safranek ; Christoph Waltz: Dusan Mirkovic ;Hong Chau: Gong Jiang; Kristen Wiig: Audrey Safranek ; Casa di produzione :Paramount Pictures, Ad Hominem Enterprises ; Distribuzione (Italia) : 20th Century Fox; Genere : commedia, fantascienza, drammatico ; Paese di produzione : Stati Uniti d'America ; Durata : 140 '

Correlati