All review

31 Marzo Mar 2018 0959 31 marzo 2018

'' Contromano'': ...e vissero felici e contenti !

  • ...

Albanese ' sta sulla notizia' , questa è la frase che per eccellenza indica l'attualità del 'pezzo' scritto da un giornalista ma che in questo caso calza benissimo per descrivere l'intervento del famoso attore, questa volta in veste anche di regista e sceneggiatore del film ' Contromano' . Un lavoro che tenta di dare una spiegazione ed una soluzione al tema dell' immigrazione clandestina e fuori controllo che ormai da anni colpisce l'intera Europa e l'Italia in particolare, come primo approdo dall'Africa.

Mario Cavallaro (Albanese), cinquantenne milanese, si bea di poche e rigorose certezze : vive da sempre nello stesso quartiere, fa colazione da svariate decine di anni nello stesso bar, tira su ogni mattina la saracinesca del suo lindo e perfetto negozio di calzini con puntualità cronometrica, accudisce con perizia ed amore ad un piccolo 'giardino pensile' realizzato sul tetto del suo palazzo. Insomma tante ' certezze' che scandiscono una beata vita di single messa in discussione dall' invasione di tanti giovani africani che tentano ogni giorno di ' strappare' al mondo un angolo di paradiso. Come per esempio l'egiziano che ha comprato la proprietà del suo amatissimo vecchio bar od il giovane senegalese Oba ( Alex Fondja) venditore ambulante di calzini davanti al suo negozio. Situazioni ed atteggiamenti che minacciano le rassicuranti abitudini di Mario scosso da un profondo disagio psico-sociale che lo porta ad escogitare un piano folle che possa riportare però ogni cosa al suo posto : decide di rapire Oba e riportarlo a casa sua affrontando in macchina un lungo viaggio da Milano fino al Senegal. Il progetto acquista fattibilità quando Oba accetta la situazione a condizione che anche la sorella Dalida (Aude Legastelois) venga coinvolta in questo particolare viaggio ' contromano'...

E' scontato lo sviluppo della trama del film che praticamente ha l'obbiettivo di evidenziare la semplice soluzione ad un problema epocale: la conoscenza del ' diverso' favorisce la sua integrazione e propone ' al razzista' la possibilità di riacquistare le proprie certezze magari con gli ' interessi'. Troppo semplice e troppo facile . Il film realizzato molto bene , interpretato magistralmente da Albanese e valorizzato dalla freschessa espressiva della bellissima Aude Legastelois, ha il suo punto debole nella sceneggiatura che trasforma un tema sociale con valenza massima in un sequel fiabesco che poco contribuisce a dare spessore e discussione alla problematica della immigrazione. Si apprezza così di questo film la sua attualità senza però proporre seri approfondimenti tematici.

REGIA: Antonio Albanese; ATTORI: Antonio Albanese, Alex Fondja, Aude Legastelois, Daniela Piperno, David Anzalone ;SCENEGGIATURA: Antonio Albanese, Andrea Salerno, Stefano Bises, Marco D'Ambrosio; FOTOGRAFIA: Roberto Forza ;PRODUZIONE: Fandango, Rai Cinema;DISTRIBUZIONE: 01 Distribution;GENERE: Commedia; PAESE: Italia ; DURATA: 102' ; DATA USCITA: 29 marzo 2018

Correlati