Americanos43

6 Gennaio Gen 2016 1939 06 gennaio 2016

Venezuela, il chavismo è «anatra zoppa». E ora?

  • ...

Da ieri l'Assemblea nazionale del Venezuela - l'Asamblea nacional de la República bolivariana de Venezuela (An), l'organo unicamerale che detiene il Potere legislativo nel Paese caraibico - è controllata dall'opposizione di destra. E' l'unica certezza per i trenta milioni di venezuelani, perché - per quanto riguarda il resto - gli interrogativi sono tanti.

Né qualche chiarimento è arrivato dalla seduta d'insediamento dei nuovi parlamentari: solite polemiche, niente di nuovo sotto il sole tropicale. Sino all'aprile 2019 - in mancanza di colpi di scena - le Istituzioni di Caracas assisteranno così alla «coabitazione» tra il Governo socialista del presidente Nicolás Maduro, e l'opposizione parlamentare moderata, rappresentata dalla Mesa de la unidad democrática (Mud).

La quale avrà come portavoce Henry Ramos Allup, nuovo presidente dell'Aula. Si può dunque definire il delfino del leader deceduto Hugo Chávez come un'«anatra zoppa». Un'"anatra" che però rischia molto più della consueta paralisi amministrativa: Ramos Allup ha detto che uno degli obiettivi della nuova maggioranza parlamentare sarà la destituzione del capo dello stato; (impresa ardua - seppur non impossibile - grazie alle contromisure anche legislative decise nel frattempo dall'Esecutivo). Qualcosa di ben molto dirompente, insomma, che si aggiunge alle riforme per risolvere i problemi economici e di pubblica sicurezza. Purtroppo il clima di contrapposizione fa sì che le ali estreme non siano interessate al dialogo.

Andiamo però con ordine, analizzando le incognite che incombono sul futuro del Venezuela.

Che cosa farà l'opposizione?

Secondo Julio Borges, uno dei leader del fronte conservatore, la prima proposta riguarderà una legge di amnistia e riconciliazione «per esiliati, prigionieri politici, e inabilitati». Si punterà poi a trasformare gli occupanti di Misión vivienda in proprietari; quindi a promuovere la produzione, con incentivi che frenino l'inflazione e la penuria di generi di prima necessità. Infine si prenderanno misure a favore dei pensionati, con bonus per alimenti e medicine.

Quali i poteri del Parlamento?

L'Assemblea - secondo la sua maggioranza - può bloccare e concedere fondi al Palazzo di Miraflores, rimuovere o porre il veto sui ministri, riformare le leggi, e promuovere la rimozione dei magistrati del Tribunale supremo. Tuttavia le leggi devono passare al vaglio del suddetto Tribunale, di cui l'Amministrazione centrale nomina i membri.

La sorte dei deputati di Amazonas.

Il Tribunal supremo de justicia ha sospeso il giuramento di quattro deputati per lo Stato di Amazonas - tre della Mud e un chavista - per presunto voto di scambio. La Mud ha accettato per ora la decisione - evitandone il giuramento - per non dar pretesti al Governo delle sinistre.

Le destre hanno i fatidici due terzi?

La tesi non è pacifica; ma secondo la maggioranza dei giuristi, il mancato insediamento dei parlamentari di Amazonas non impedisce che la Mud conservi i due terzi dell'Assemblea. Cosa che accrescerebbe molto i poteri dell'opposizione. Si sostiene cioè che la percentuale andrebbe calcolata sottraendo i membri non formalmente insediati.

Perché l'insediamento del 5 gennaio è stato turbolento?

Nella seduta d'insediamento - nel silenzio del Regolamento parlamentare - il presidente dell'Assemblea ha dato la parola al citato Borges. Secondo i progressisti - guidati dall'ex presidente dell'Aula Diosdado Cabello - ciò era illegittimo. E hanno abbandonato l'Aula, tra offese, grida e spintoni.