Americanos43

23 Marzo Mar 2017 0202 23 marzo 2017

Perugia, guida al (poco) Latino America del Festival del giornalismo

  • ...

Tra il 5 e il 9 aprile si svolgerà a Perugia l'undicesima edizione del Festival internazionale del giornalismo (International journalism festival - Ijf). Come sa ogni addetto ai lavori, l'appuntamento - il cui slogan è «un festival delle persone e non delle testate» - ospiterà tanti personaggi famosi, e tratterà i temi più attuali dell'informazione. In primo piano vi saranno le «fake news» e le «querele temerarie», e comunque - come spiega la carismatica fondatrice, Arianna Ciccone - l'obiettivo sarà porsi «al fianco dei giornalisti che subiscono pressioni».

Se poi si guarda il programma, si vede che bene in vista - come riporta anche "Il fatto quotidiano" - saranno posti «l’America di Trump e la sua sfida continua ai media, le Filippine di Duterte, l’Africa, la Turchia di Erdogan e il Medio Oriente, l’Europa al bivio con Brexit e la spinta dei movimenti populisti, oltre alla libertà di informazione sotto attacco in tutto il mondo».

Insomma, nonostante gli oltre 500 speaker provenienti da 44 Paesi diversi, siamo costretti a segnalare - con rassegnazione più che con stupore - la grave sottovalutazione di una Regione importante del Globo terracqueo, come quella latinoamericana. Naturalmente il dato non è imputabile agli organizzatori del Festival, che vanno anzi lodati per lo spazio che hanno creato e offerto al dibattito nazionale; al contrario, la responsabilità grava come un macigno sugli specialisti dell'Area - il sottoscritto in primis - per non aver approfittato dell'opportunità offerta dalla manifestazione. Andiamo con ordine, indicando gli appuntamenti che possono interessare i cultori del Latino America.

Per cominciare consigliamo gli eventi ove compare Laura Silvia Battaglia, la freelance esperta di Yemen, autrice dell'e-book ormai di culto "Lettere da Guantanamo". La documentarista giovedì 6 sarà protagonista dell'incontro giustappunto intitolato "Lettere da Guantanamo", ma terrà anche altre lezioni. Da segnalare sono poi i momenti dedicati alla vicenda dei cosiddetti «Panama papers»: sotto questo profilo, il personaggio da seguire è la documentarista Mar Cabra. Oltre a collaborare con svariate testate autorevoli, come "El País", nel 2012 «ha ricevuto il Premio Larra come più promettente giornalista spagnola sotto i trent'anni». Venerdì pomeriggio sarà relatrice al convegno «Football leaks and Panama papers: due storie di grande giornalismo»; e comunque sarà disponibile anche in altri momenti.

Tra gli appuntamenti clou per chi si occupa di America latina, segnaliamo poi «Narcos e la mafia calabrese. Una inchiesta in 4 lingue»: è programmato per venerdì 7 alle 17.15. Vi partecipa sia Juan Carlos Lezcano Flecha - giornalista d'inchiesta paraguayano - sia la mitica Cecilia Anesi, (è cofondatrice dell'Investigative reporting project Italy- Irpi, centro di giornalismo investigativo). Classe 1987, originaria di Città della Pieve, gira l'Italia impartendo le lezioni per la Formazione professionale dei giornalisti: qui incanta gli astanti, con i suoi consigli su come inviare le e-mail criptate e navigare in incognito. Per sabato 8, segnaliamo «Raccontare le migrazioni»: un evento che nella mattinata ci parlerà anche dell'immigrazione latinoamericana negli Stati uniti.

Nel pomeriggio - oltre all'incontro «Prendersi cura del mondo», ove interverrà il giornalista e missionario Giulio Albanese - consiglierei l'appuntamento «15 anni senza accuse: Mohamedou Slahi racconta l'inferno di Guantanamo». Vi partecipa Barbara Serra di "Al Jazeera".

Correlati