Bald Eagle

20 Febbraio Feb 2014 1114 20 febbraio 2014

Detroit, il video della giovane mamma che apre il fuoco e mette in fuga tre rapinatori

  • ...

'They certainly messed with the wrong mom, here'. Ovvero, 'Se la sono presa con la mamma sbagliata, in questo caso'. Difficile non essere d'accordo con le parole utilizzate da Stephen Clark, anchor-man del telegiornale '7 Action News' della rete locale Wxyz-Tv del Michigan, per descrivere l'episodio di cronaca avvenuto nello west side di Detroit. Dove una madre, sola in casa con i due figli piccoli, ha respinto l'assalto di tre rapinatori, mettendo in fuga i delinquenti a colpi di fucile. Una scena degna di un Clint Eastwood d'annata. Il tutto, ripreso dalle videocamere di sorveglianza poste al di fuori dell'abitazione, e prontamente trasmesso dalle news locali.

Il servizio del telegiornale del canale affiliato alla ABC - già diventato viral, a suon di condivisioni su YouTube e social network - mostra chiaramente tre individui di giovane età, incappucciati e coperti da pesanti giacconi imbottiti (anche a causa del freddo polare che recentemente ha colpito gli USA, oltre che per non essere riconosciuti), intenti nello sfondare una porta a calci, per quindi introdursi all'interno di una casa. Una violazione di domicilio con scasso, con un facile obiettivo: la rapina. I tre teppisti, tuttavia, non avevano fatto i conti con chi stava all'interno, una giovane mamma che, senza esitazione, ha imbracciato un fucile e ha iniziato a sparare contro gli intrusi. Dopo pochi secondi, infatti, nel filmato si vedono i tre scappare fuori della abitazione, accompagnati dal rumore dei colpi dell'arma da fuoco. Quindi uno dei tre, munito di pistola, prova a ripetere l'assalto, 'solo per prendersi un'altra dose di proiettili', nota l'inviato del telegiornale, per poi fuggire nuovamente. Nella vicenda, nessun ferito. E anche un lieto fine: come riportato dai media locali, nelle ore successive un agente di polizia è riuscito a individuare e acciuffare i tre malviventi, già noti per precedenti, assicurandoli alla giustizia.

Intervistata da Wxyz-Tv, l'eroica madre, rimasta nell'anonimato, ha affermato di aver agito di istinto, per difendere i propri figli. 'Ho detto ai rapinatori che avevo un'arma in casa, quando hanno sfondato la porta. Mi hanno risposto che non ci credevano, così ho sparato. Non pensavo a nulla, in quel momento, mi sono spaventata dopo'. L'episodio, comprensibilmente, ha catturato l'attenzione dei media nazionali (e anche internazionali, come confermato dagli articoli del Daily Mail in Gran Bretagna e di Giornalettismo in Italia), ed è facile che venga utilizzato, più o meno strumentalmente, nell'annoso dibattito sul diritto di possedere armi, da lungo tempo in corso negli Stati Uniti d'America. Non è un caso che, tra i primi a condividere la notizia su Facebook, sia stato il portale di destra DrudgeReport, con un link dedicato ad abbigliamento 'conservatore', dove è impossibile non notare, in bella mostra, una t-shirt che riporta la frase 'il diritto dei cittadini di detenere e portare armi non potrà essere infranto'. Ovvero, le parole dell'assai discusso II emendamento della Costituzione Americana.

Correlati