Bald Eagle

15 Gennaio Gen 2015 0057 15 gennaio 2015

Il videogioco per Nintendo 8 Bit che vale 100 mila dollari

  • ...

Un videogioco da centomila dollari. Si tratta di 'Stadium Events', nome riservato al mercato occidentale per 'Running Stadium', un videogame sportivo realizzato dalla nipponica Bandai negli anni '80 per il Nintendo Entertainment System, o più semplicemente NES, la celeberrima console Nintendo a 8 Bit che ha caratterizzato l'infanzia e l'adolescenza di molti di noi -- e non solo per gli spot con protagonista un ventenne Jovanotti. Non un videogame entusiasmante, di quelli che restano impressi nella memoria dei giocatori come un capitolo della saga di Zelda o un qualsiasi Super Mario, ma una cartuccia rara, anzi rarissima. Al punto di raggiungere il valore di circa 100 mila dollari in un'asta su eBay, nei giorni scorsi.

Il gioco fu rilasciato in versione giapponese, per il Famicom, nel 1986, quindi in edizione statunitense nel 1987, e in Germania e Svezia l'anno successivo. A rendere (tuttora) particolare e insolito il prodotto, il fatto che fosse uno dei pochi a essere studiati per il tappetino 'Family Fun Fitness' (FFF), o Power Pad, accessorio per la console. Un predecessore di quelli utilizzati vent'anni più tardi per i videogiochi di danza o, se vogliamo, un precursore - almeno dal punto di vista del concetto - di Wii Fit, prima ancora che inventassero la balance board, che ebbe scarso successo e brevissima durata. Solo una decina di titoli venne realizzata per l'uso del tappetino, e nessuno di questi risultò essere memorabile.

Ma i motivi per cui 'Stadium Events' costa così tanto non finiscono qui. Perché l'edizione per il Nord America, o NTSC, del gioco, è riconosciuta da tutta la galassia dei collezionisti come il più raro gioco su licenza per NES nella storia dell'umanità. E questo, a causa della produzione ridotta: già nel periodo natalizio del 1987, anno della sua uscita, il titolo si riusciva a trovare solo in pochi rivenditori, al prezzo di 29 dollari e 99 centesimi. Nel 1988, la stessa Nintendo acquisì i diritti per il Nord America del Power Pad, per rilanciarlo sul mercato, togliendo così dal commercio i giochi usciti precedentemente (che, presumibilmente, saranno andati distrutti). Secondo le stime, sarebbero state circa 2000 le copie in commercio, e solo 200 sarebbero state acquistate. Ad oggi, stando ai collezionisti, le copie in giro per il mondo non sarebbero più di venti, un numero davvero esiguo.

Una di queste, era in vendita nei giorni scorsi, all'asta su eBay. Non solo. Era ancora in condizioni eccellenti, sigillato. Nuovo di pacca. A metterlo sul mercato, l'utente 'Menaceone', un ex dipendente della Nintendo che lo aveva acquistato negli anni '90, e che ha affermato di essersi reso conto del suo valore solo nel 2011, leggendo un articolo su di una copia venduta a 44 mila dollari. Ovvero, meno della metà del suo valore attuale.