Bald Eagle

11 Ottobre Ott 2015 2038 11 ottobre 2015

'Guns', la satira del Saturday Night Live sulla diffusione delle armi negli USA

  • ...

La donna seduta al ristorante, in attesa del suo compagno. Il nonno con il nipote, distratto dallo smarthphone, davanti all'album dei ricordi. L'impiegato frustrato dal lavoro, seduto alla scrivania. La ragazza che fa jogging. Gli sguardi di due ragazzi che si incrociano a una festa. La coppia in taxi, con lei incinta e pronta a partorire. Musica soft di sottofondo, con note al pianoforte, voce narrante. È un format, ormai collaudato da tempo, di un classico PSA, o Public Service Announcement, in Italia noti come “pubblicità progresso”, ovvero messaggi senza scopo di lucro, e di pubblica utilità, diffusi attraverso le principali reti televisive.

Questo, tuttavia, non è un vero PSA, bensì una divertente parodia targata Saturday Night Live, storico show satirico in onda sulla NBC negli Stati Uniti, che nell'episodio trasmesso la sera di sabato 10 ottobre, con ospite l'attrice comica Amy Schumer (star di 'Inside Amy Schumer' su Comedy Central, protagonista anche del monologo iniziale della trasmissione), ha deciso di trattare un argomento tanto delicato quanto di attualità, negli Usa: le armi. La finta pubblicità progresso, infatti, prosegue con la voce narrante femminile che afferma: “Ci sono cose che tutti noi condividiamo. L'amore. La famiglia. La connessione. I propositi. E anche: le armi. Le armi sono qui”. Nel frattempo, le immagini mostrano l'uomo che regala una pistola alla compagna, il nonno che mostra l'arma al nipote, la ragazza che corre con una pistola, la partoriente con il fucile, e avanti così, tutti i protagonisti del filmato dotati di armi da fuoco. “Ci uniscono, ci danno conforto, ci danno forza”.

Un video esilarante, in puro stile-SNL. Ma anche una satira tagliente che, a solo una settimana dall'ennesima strage avvenuta in una scuola, la sparatoria in Oregon, tocca un nervo scoperto dell'America, entrando a piedi uniti nel controverso dibattito sulla diffusione delle armi da fuoco sul territorio statunitense. Un diritto, come noto, sancito e garantito dal secondo emendamento della Costituzione. Quella del Saturday Night Live e di Amy Schumer è una caricatura, ovviamente, che però serve a ricordare quanto le pistole – nel bene e nel male - facciano parte della vita quotidiana della nazione a stelle e strisce. Forse troppo, secondo alcuni. Forse troppo poco, secondo altri. La contesa tra le diverse fazioni, ovvero tra difensori della libera circolazione delle armi e tra sostenitori di una riforma per il loro controllo è probabile proseguirà ancora a lungo. Nel frattempo, rimane valido quanto evidenziato dalla fine del finto spot: “Guns. We're here to stay”. Ovvero: “Armi. Siamo qui per restare”.