Bum Baby Bum

29 Febbraio Feb 2016 1908 29 febbraio 2016

DIO ESISTE. ED é UN UOMO

  • ...

Dio esiste ed è un uomo. Nessuna dietrologia religiosa. Per altro io sono buddista da almeno 12 anni. Si tratta di una presa di coscienza, una valutazione dei fatti dura e pura. Dio esiste. E se è così, sia un uomo non v’è dubbio. Per lo meno non per me. E parliamo pure di mestruazioni, che non possiamo fare finta che non sia un punto cruciale. Terribile, questa questione ormonale. Da quando diventi “signorina” una volta si diceva così, inizia un susseguirsi infinito di problemi. Il mio per antonomasia è il pre mestruo. Un vero incubo di isteria, angoscia, incazzatura facile. Iper acceleratore di tutte le infinite sfaccettature peggiori del mio carattere, impossibile ma vero, con la gravidanza, ovviamente dopo la gravidanza, il pre mestruo è peggioratissimo! E non solo. Patisco, insomma, sempre di più questa vita da femmina che è libera da se stessa solo pochi giorni, alla fine dei conti, al mese. Inglobate, inoculate, lanciate a cento all’ora nelle pluridimensioni delle nostre vite, onde gravitazionali reali, ascensori vitali senza scampo. Piccole wonder woman senza super poteri che se ne inventano, però, ogni giorno, uno nuovo. Eppure, soggiogate al potere lo siamo sempre. Soggiogate e spesso vinte senza scampo da questi maschi, a volte anche innamorati, che però non lesinano, prima o poi, di metterci una zampa sopra. E non c’è scampo a questo. Non importa quanto siamo evolute noi o quanto lo siano loro, succederà prima o poi, o è già successo. Penso che il Fattore O, ORMONE, c’entri. E non poco. Penso che questi maschi in crisi, questi maschi in fase di reimpostazione del loro ruolo esistenziale da ogni punto di vista, questi bambini e/o vecchi, fragili e carichi di problemi che spesso risvegliano in noi moti di assurda salvezza, questi maschi paurosi incapaci di coprirsi dello loro vesti ataviche, per altro le uniche ad essere veramente importanti, terrorizzati dal ruolo paterno, queste spesso cozze…ecco questi maschi cavalcano alla perfezione la fragilità estrema dei nostri sbalzi ormonali. Surfano alla grande in quei momenti in cui ci chiudiamo nel bagno dell’ufficio a piangere di rabbia, o mentre ci scofaniamo chili di cioccolata e buttiamo giù intere confezioni di ibuprofene. E, anche se mentre succede tutto questo, noi andiamo avanti e facciamo e terminiamo lavori e cambiamo pannolini e rimettiamo il mascara…loro lo percepiscono.E ci fottono. E ci prendono con ilsenso di colpa e guadagnano un terzo in più del nostro stipendio e si girano a guardare il culo di un’altra. E la cosa peggiore qual è? Che la questione non finirà. Peggiorerà. Con la menopausa tutto peggiora. Almeno nella prima fase. Almeno così dicono. E anche se il sangue non fa più capolino, il fattore O è lanciato al massimo, per lo meno moralmente. Ragazze mie, perché sempre ragazze siamo, è ora davvero che le donne si amino di più. Tra di loro e nell’intimo. La punizione della mela, questa smania di sapere ci ha reso il capro espiatorio perfetto degli esseri viventi. Dio ci voleva punire e ci è riuscito. Ma la partita possiamo ancora giocarcela, e possiamo farlo meglio. Dio esiste, ed è un uomo.

Ma forse vince Hillary e allora voglio vedere…!

Ps: questo articolo è ovviamente stato scritto in pre mestruo