CaffèePopcorn

6 Marzo Mar 2013 2009 06 marzo 2013

Ritorni e addii sui set di Hollywood

  • ...

L'incredibile successo di Skyfall non ha fatto cambiare idea a Sam Mendes che ha smentito ufficialmente un suo possibile ritorno sul set della saga di James Bond.
In un comunicato ufficiale il regista spiega che è stata una decisione difficile e sofferta, ma gli impegni teatrali, tra cui le produzioni di Charlie And The Chocolate Factory e King Lear, lo terranno occupato nei prossimi anni, rendendogli impossibile realizzare il ventiquattresimo film dedicato a 007.
Non ha dovuto riflettere molto, al contrario, Carrie Fisher che ha accettato di ritornare sul grande schermo con il ruolo che l'ha resa famosa in tutto il mondo: quello della principessa Leia nella saga di Star Wars. Per vedere le nuove avventure stellari versione J.J. Abrams bisognerà attendere il 2015.
Distribuzione prevista a dicembre, invece, per il nuovo lungometraggio diretto e interpretato da George Clooney. Dopo aver conquistato un Oscar in veste di produttore per Argo, Clooney ha collaborato nuovamente con Grant Heslov e Beau Willimon per adattare il libro di Robert M. Edsel e Bret Witter The Monuments Men, basato sulla storia vera di un gruppo di storici dell'arte, direttori di musei e curatori che sono andati in missione da parte degli Stati Uniti nei territori nemici durante la Seconda Guerra Mondiale per recuperare e salvare opere d'arte. Le riprese sono incominciate in questi giorni a Berlino e il cast è composto da Matt Damon, Bill Murray, Cate Blanchett, Jean Dujardin, Bob Balaban, Hugh Bonneville e John Goodman.
Solo poche settimane ci separano, infine, dal ritorno sugli schermi di Iron Man. Dopo il nuovo trailer, apparso ieri online, oggi Robert Downey Jr ha confidato durante un'intervista che nella sceneggiatura del terzo capitolo delle avventure di  Tony Stark c'è un po' dell'inventiva di J.J. Abrams, ormai sempre più richiesto dal mondo di Hollywood: Shane Black si sarebbe, infatti, affidato al creatore di Lost per avere un'opinione su alcuni passaggi della storia, sopratutto sul finale.

Consiglio musicale del giorno: Les Friction - Louder Than Words. La versione strumentale è stata usata per trailer cinematografici di Harry Potter e Il grande e potente Oz, ma il progetto Les Friction è uno dei più interessanti e, purtroppo, sottovalutati degli ultimi anni. Originale, coinvolgente ed entusiasmante il loro epico viaggio ambientato nel futuro meriterebbe maggiore attenzione.

Correlati