CaffèePopcorn

20 Maggio Mag 2014 2358 20 maggio 2014

Festival di Cannes 2014 - Ryan Gosling debutta come regista con "Lost River"

  • ...

Lost River - Festival di Cannes

L'evento della giornata del 20 maggio al Festival di Cannes, in grado persino di oscurare la proiezione del nuovo film dei fratelli Dardenne, è stata l'anteprima mondiale di Lost River nella sezione Un Certain Regard.

L'esordio dietro la macchina da presa dell'attore Ryan Gosling ha attirato l'attenzione dei fan e dei media, accorsi per scoprire se la star canadese fosse riuscita a compiere il grande passo con successo, riuscendo a dimostrare il proprio talento anche come filmmaker.

Il film ha ottenuto critiche contrastanti ma ha dimostrato un interessante approccio all'arte cinematografica.

Gosling ha deciso di debuttare con una storia ambientata nella periferia di Detroit, dove la madre single Billy (Christina Hendricks) cerca un modo di mantenere i suoi due figli Bones (Iain De Caestecker) e il piccolo Franky (Landyn Stewart), ritrovandosi a lavorare per un locale molto particolare.
Bones, intanto, cerca un modo per sconfiggere il malvagio Bully (Matt Smith) e stringe un profondo legame di amicizia con la sua vicina Rat (Saoirse Ronan), che lo convince che la soluzione ai loro problemi potrebbe essere un mistero nascosto in una città sommersa.

Molti dei ruoli principali di Lost River sono stati affidati ad attori molto noti dal pubblico televisivo: Christina Hendricks ha interpretato Joan Harris in Mad Men, Matt Smith è l'amatissimo undicesimo Dottore di Doctor Who, Iain De Caestecker, dopo le serie britanniche The Fades e The Secret of Crickley Hall, è attualmente uno dei protagonisti di Agents of S.H.I.E.L.D., la serie targata Marvel.

Lo stile di Ryan Gosling, influenzato per sua stessa ammissione da David Cronenberg e i film degli anni Ottanta e Novanta, possiede un suo fascino particolare che permette a Lost River di mantenere una propria personalità e non far pesare troppo gli inevitabili difetti di un'opera prima sul complesso dell'opera.

Dopo il bagno di folla riservato al regista e al suo cast alla proiezione all'interno della sezione Un Certain Regard, sarà interessante scoprire lo spazio riservato nelle sale a un lungometraggio piuttosto complesso che unisce generi e tematiche molto diverse tra loro.

Correlati