CaffèePopcorn

21 Maggio Mag 2014 2318 21 maggio 2014

Festival di Cannes 2014 - Michel Hazanavicius presenta "The Search"

  • ...

The Search cast - Festival di Cannes

Il regista Michel Hazanavicius è ritornato a Cannes per presentare The Search, dopo il successo ottenuto nel 2011 con The Artist, successivamente trionfatore durante la notte degli Oscar.

Il nuovo film non ha però soddisfatto le aspettative e sollevato qualche polemica a causa delle delicate tematiche trattate.

La storia si svolge nel 1999, durante il conflitto in Cecenia. Dopo la brutale uccisione dei suoi genitori e il rapimento di sua sorella, un bambino si allontana dal suo villaggio con il suo fratellio in fasce che abbandona poco dopo a casa di una famiglia trovata lungo il suo cammino. Il piccolo trova poi rifugio in un campo profughi, dove incontra Carole (Bérénice Bejo), che sta raccogliendo informazioni per conto dell'Unione Europea. In parallelo il lungometraggio segue la storia di Kolia, un ventenne russo, che affronta la quotidianità della guerra.

The Search trae ispirazione dall'omonimo film diretto nel 1948 da Serge Zinneman, ma sposta gli eventi dalla Seconda Guerra Mondiale al conflitto ceceno.

Hazanavicius, durante la conferenza stampa, ha spiegato che ognuna delle sue opere, compresa The Search, rispondeva al desiderio di narrare una storia mai raccontata prima sul grande schermo, mostrandola dal punto di vista umano e approfondendo i rapporti tra le persone coinvolte.
Michel ha ricordato che quanto accaduto in Cecenia ha tutti gli elementi per essere considerata una guerra moderna, con oltre 100.000 morti durante il conflitto e tentativi di controllare e manipolare le immagini riguardanti quanto accaduto, purtroppo a lungo circondato da un alone di indifferenza.

Uno degli elementi più criticati è stata la rappresentazione dei militari russi nel film ma Hazanavicius ha voluto ribadire che ha voluto cercare di realizzare un lungometraggio dedicato alle persone normali che devono affrontare la guerra, inconsapevoli da un punto di vista politico. Le sue ricerche hanno dimostrato che i militari sono stati brutali e spesso si sono comportati in modo violento, anche a causa della numerosa presenza dei mercenari in prima linea. Le ricerche e le verifiche compiute hanno fatto emergere la realtà poi mostrata sul grande schermo.

Correlati