CaffèePopcorn

22 Maggio Mag 2014 1815 22 maggio 2014

Festival di Cannes 2014 - Incompresa: Recensione in breve del film

  • ...

Incompresa - Locandina

Dopo Le meraviglie di Alice Rohrwacher, il cinema italiano è ritornato protagonista al Festival di Cannes con il nuovo film diretto da Asia Argento: Incompresa.

Presentato nella sezione Un certain regard, il lungometraggio ha come protagonista la giovanissima Aria, interpretata da Giulia Salerno, dalla vita famigliare complicata. Sua madre (Charlotte Gainsbourg) è una pianista dalla personalità ribelle e fuori dagli schermi, mentre suo padre è un popolare attore (Gabriel Garko) in attesa del ruolo che gli permetta di dare una svolta alla sua carriera. Dopo la burrascosa separazione dei suoi genitori, Aria si ritrova a passare da una casa all'altra, senza punti fermi di riferimento e senza trovare l'amore che cerca, nemmeno grazie alle sue sorelle o alla sua migliore amica.

Asia Argento firma un film dai buoni propositi che vengono però vanificati da una regia confusa e da una sceneggiatura debole, entrambe sempre alla ricerca di un equilibrio tra ironia e serietà.

La recitazione approssimativa da parte dei protagonisti e una struttura narrativa un po' troppo ripetitiva, che segue i continui spostamenti della giovane Giulia Salerno - la cui performance è troppo spesso poco naturale - rendono Incompresa un'opera che suscita a volte delle risate involontarie e non riesce ad approfondire l'aspetto emotivo delle situazioni presentate.

Correlati