Candid camera

31 Gennaio Gen 2013 1625 31 gennaio 2013

Bella Belen, madonna contemporanea

  • ...

C’è un’intera categoria professionale che, dopo la puntata delle “Invasioni Barbariche” del 30 gennaio, deve amaramente rassegnarsi. A Daria Bignardi, che le suggeriva tipologie di uomini più posati di quelli che ha scelto finora, Belen Rodriguez ha risposto tranquillamente che “avvocati ne ho conosciuti tanti, ma nessuno mi ha fatto scattare quella scintilla”.

Cari avvocati, lasciate perdere, la meravigliosa Belen non fa per voi. E neanche per un sacco di altri professionisti solidi e affermati, perché alla showgirl argentina piacciono i maschi imprevedibili, soprattutto quelli che, come lei, si sono fatti da soli, cominciando a lavorare già da giovanissimi, e che, se sono riusciti, vuol dire che hanno del talento, compreso il talento di rovinarsi da sé, come nel caso di Fabrizio Corona.

Nessuno di questi uomini, in ogni caso, riuscirà a eguagliare lei, la divina, la più desiderata e la più cliccata sul web. Bisognava esserci sul web in quel momento, per assistere in diretta all’effetto provocato dall’apparizione di Belen. Il continuo borbottio twitteriano sulla campagna elettorale si è silenziato come per incanto, mentre Twitter veniva percorso da un’onda estatica che accomunava uomini e donne, come se fosse apparsa la Madonna.

Meglio di Belen nessuno. Sono innamorato/a. Le darei un sacco di baci. Oltre a essere bella ha anche un cervello. E’ brava. Non è opportunista. Anche incinta è una strafiga. E via incensando.

In effetti, la ragazza ha un suo innegabile magnetismo, che non sai bene se dipenda solo da lei, o proprio dal fatto di sapere che in quel momento milioni di persone la stanno guardando incantati, un fenomeno di rapimento collettivo che può trovare spiegazione, forse, solo nella psicologia delle masse e nei misteri della religione.

Eppure, in un’intervista a Playboy dichiarò lei stessa “Sono una ragazza normalissima”, lasciando di stucco il giornalista, che commentò “è difficile pensare a Belen come a una ragazza di questo pianeta”. E sempre i giornali, quando la devono descrivere, inanellano espressioni iperboliche, da bellezza esplosiva a sensualità rovente. C’è chi ha notato, giustamente, che lei, ben consapevole dell’effetto che provoca, ci gioca con ironia, come se dicesse “io mi offro semplicemente al vostro sguardo per quello che sono, quel che ci vedete sono affari vostri”. In questo modo, mescola candore e malizia, secondo una ricetta seduttiva, vecchia come il mondo. La vera forza di Belen è il suo realismo, come quando prevede che “il perbenismo italiano è agli sgoccioli e anche voi scenderete in piazza con le padelle a protestare, come accadde in Argentina” e come quando ammette, con grande saggezza, “sono fortunata”. Vero e sacrosanto. Ma non è da tutti trasformare una botta di culo in un botto senza fine. Chapeau.

@eli_grandi

Correlati