Cave canem

31 Marzo Mar 2015 2005 31 marzo 2015

Pietro Mennea tra noia e buonismo

  • ...

Pietro Mennea, la fiction su rai uno, coprodotta da Luca Barbareschi e Rai, diretta da Ricky Tognazzi, ha fatto boom di ascolti. La fiction in onda in due parti domenica 20 e lunedì 30 ha ottenuto 6 milioni e 688 mila spettatori con il 25% di share nella serata di martedì.

Nonostante gli ascolti si può notare come è la fiction della rai oscilla tra buonismo e noia, qualsiasi sia l'argomento. Nulla da dire sul soggetto, Mennea, atleta, campione olimpionico, laureato quattro volte e umile allo stesso tempo è un personaggio che si presta molto ad essere raccontato.

Ottima l'interpretazione di Michele Riondino (il giovane Montalbano) nei panni del velocista di Barletta. Però un bravo attore non fa miracoli se la sceneggiatura rende la storia poco interessante. Tanto per dire la fiction si apre alle Olimpiadi di Mosca dell'80 da cui parte il flashback per poi proseguire in ordine cronologico senza ritmo. Sforzo creativo pari a zero.

Per non parlare poi del solito buonismo alla rai uno. Alcuni esempi: la madre che dice al piccolo Pietro che :”gli ultimi saranno i primi”, la storia di Martina che parte per la Germania, l'infanzia di Pietro dipinta come quella del piccolo fiammiferaio (le difficoltà economiche del Sud negli anni '50 non le nega nessuno, però c'è un limite al buonismo d'accatto), l'incontro con Manuela durante l'occupazione del '68 che sembra l'autogestione del liceo, l'allenatore Vittori (Barbareschi), seppur è un personaggio importante nella vita di Mennea, pronuncia delle frasi da baci Perugina e ha quasi più spazio del protagonista.

(Trailer della miniserie Pietro Mennea la freccia del sud in onda su raiuno 29 e 30 marzo)

Tutte le scene citate rendono l'agiografia dell'atleta noiosa e forse si poteva concentrare il tutto in una sola serata con una narrazione più accattivante. Insomma se uno vuole sapere la storia della freccia del sud fa prima ad andare su Wikipedia, che tanto rispetta l'ordine cronologico come nella miniserie.

Twitter: @sala_cla

Correlati