Cime contenziose

8 Giugno Giu 2012 1654 08 giugno 2012

Tremonti ha sempre in testa quella "cosa" lì

  • ...

Giulio Tremonti



L'atteso ritorno in studio di Giulio Tremonti non c'è stato. E forse, non ci sarà. Almeno nell'immediato futuro.
A Roma, riferisce una fonte bene introdotta, si vocifera che il professore ed ex ministro delle Finanze starebbe lavorando alla creazione di un soggetto politico (un partito o una associazione o un movimento) che dovrebbe riunire ex democristriani ed ex repubblicani. Una alternativa al vuoto che sembra circondare il Pdl, in costante crisi di consensi, rimasto orfano di una figura forte di riferimento.
A Milano, ineffetti, la targa dello studio Vitali Romagnoli Piccardi (vale a dire lo studio fondato da Tremonti) a sei mesi dalla caduta del governo Berlusconi, è rimasta intonsa. Mentre in passato, l'andirivieni del tributarista dagli incarichi di governo coincideva con i cambi di nome dello studio che, nel tempo, è stato "Tremonti e associati", "Tremonti Vitali Romagnoli Piccardi" e infine "Vitali Romagnoli Piccardi", così come si chiama tutt’ora.
I nomi attualmente in ditta sono quelli dei tre luogotenenti di maggior peso dell’associazione professionale: Enrico Vitali (membro dell’advisory board di Goldman Sachs, componente del Comitato strategico per il ministero degli affari esteri e docente all’Università di Pavia ), Dario Romagnoli (ex ufficiale della Guardia di Finanza) e Lorenzo Piccardi (componente del board dell’American chamber of commerce in Italia).
Tornando, invece, al progetto politico di Tremonti si tratta di una cosa di cui si discute da tempo. Anzi, la "cosa" come l'ha definita lui stesso in una lettera all'Unità la scorsa estate, era un vecchio pallino del professore, un progetto risalente al lontano 2004.
Una "cosa" tenuta nel cassetto in tutto questo tempo. Salvo tirarla fuori ogni tanto, così per darle una spolveratina, che lo scroso anno è consistita nel registrare nome e simbolo: qualcosa che ruota attorno alla concetto di "Positivo".
Di più, al momento non è dato sapere.

Correlati