Cime contenziose

11 Giugno Giu 2012 0642 11 giugno 2012

Fonsai, il triplo salto legale di don Salvatore

  • ...

Salvatore Ligresti



E tre! Fonsai è al terzo cambio di legali nella lunga ed estenuante partita per il riassetto societario. La famiglia Ligresti, dopo aver deciso di cambiare cavallo in corsa abbandonando la soluzione Unipol, ha anche cambiato, per la terza volta, avvocati.
L'incarico, fino a questo momento svolto dall'accoppiata dal civilista Giuseppe Lombardi e dal penalista Marco De Luca, è stato affidato al giurista Giorgio De Nova.
A quanto pare, i Ligresti avrebbero chiesto a Lombardi e De Luca di proseguire il lavoro affiancando l'illustre collega, ma i due si sarebbero detti contrari anche perché non condividerebbero l'impostazione data all'operazione dal "nuovo arrivato".
In precedenza, invece, i Ligresti avevano lasciato l'amaro in bocca a un altro grande protagonista dell'avvocatura d'affari milanese: Carlo d'Urso. L'avvocato, titolare dello studio d'Urso Gatti e Bianchi, era stato per anni il più fidato consigliere legale dell'ingegner Ligresti. Ma, stranamente, non era stato indicato come rappresentante legale nell'ambito dell'operazione di ristrutturazione di Fonsai.
Colpa di Mediobanca, disse qualcuno, che nello strutturare l'operazione volle dire la sua anche sui legali che avrebbero dovuto affiancare i Ligresti e le società coinvolte nell'operazione.
E così, ora che la famiglia ha deciso di andare contro il progetto disegnato da piazzetta Cuccia, decide di affidarsi a un terzo consulente. Tanto noto quanto i suoi predecessori. Con in più, il blasone dell'alta accademia: De Nova, infatti, oltre a essere l'autore di una delle edizioni più diffuse del codice civile e ordinario alla Statale di Milano, è anche considerato uno dei più forti contenziosisti italiani che Chambers classifica in prima fascia sia sul fronte delle "dispute resolution" sia degli arbitrati.
De Nova e Lombardi, peraltro, ben si conoscono avendo fatto parte, assieme, del dream team legale della Fininvest nell'ambito del nuovo processo sul lodo Mondadori.

Correlati