Cime contenziose

26 Ottobre Ott 2012 0721 26 ottobre 2012

Grimaldi, passato in manutenzione e presente in costruzione

  • ...

Cosa hanno in comune il vecchio studio Grimaldi e quello nuovo? Non dite il nome, per favore. Quello è evidente.
No, in comune l'ex Grimaldi e Associati e il neo Grimaldi Studio Legale, hanno anche il loro status su internet.
La prima insegna, che gli amanti del vintage possono guardare cliccando qui, compare ancora nel vecchio sito dello studio fondato dall'avvocato Vittorio Grimaldi. Boutique in liquidazione (il curatore è l'ex socio Francesco Novelli, ora senior partner di Dla Piper). E da mesi, forse da più di un anno e mezzo, quindi ben prima che l'associazione si sciogliesse, sulla home page di http://www.grimaldieassociati.com/ è presente la scritta: SITE UNDER MAINTENANCE.
Viaggiando nel tempo e sulle onde di megabyte della rete, poi, si arriva ai giorni nostri. Fermata http://www.grimaldilex.com/ . Questo è l'indirizzo della pagina web del nuovo Grimaldi, quello nato grazie all'operazione di "fusione per incorporazione" della quasi totalità della partnership italiana di Dewey & LeBoeuf, la cosiddetta Lheman Brothers degli studi legali.
Anche qui, aprendo la home page del sito internet, si viene accolti (ormai da 5 mesi) da un messaggio similie a quello citato prima: SITO IN COSTRUZIONE.
Insomma, siamo passati dalla manutenzione dalla creazione ex novo di un'interfaccia online. Ma la sostanza non cambia. Curiosi (tra i quali si annovera il sottoscritto) o clienti (soprattutto i nuovi, categoria che dovrebbe stare più a cuore agli avvocati dello studio) da tempo immemorabile non hanno la possiblità di esplorare sulla rete lo studio. Aggiornarsi sui suoi professionisti, mandare loro un'email di presentazione o di primo contatto.
Cosa c'è dietro?
Bhe, la storia ci ha raccontato che la vecchia "manutenzione" di Grimaldi e Associati, in realtà, era più che altro la manutenzione di una boutique in crisi di mezza età. Lo studio era alle prese con una partnership ormai diventata matura e bisognosa di fare sclete nuove e innovative. Il tentativo di manutenzione consisteva, quindi, proprio nel cercare di capire se questa evoluzione poteva essere portata avanti dall'interno, oppure se i soci che avevano in mente un futuro diverso dovevano necessariamente trasferirsi altrove. Sappiamo come sono andate le cose: un anno fa, Roberto Cappelli "rompeva le righe" e a seguire tutti gli altri soci meno il name partner e il suo delfino, Francesco Sciaudone.
A ben guardare, allora, anche la "costruzione" a cui fa riferimento il nuovo sito internet di Grimaldi Studio Legale, può essere letta come una metafora di quello che sta accadendo dietro le quinte della nuova associazione professionale. Infatti, come abbiamo raccontato su Economiaweb.it lo scorso 11 settembre, la neonata partnership non ha ancora sciolto gli indugi. Lo studio Grimaldi, oggi, sembra avere due anime. Una più milanese. E l'altra romana. Una riferita a Bruno Gattai e una parte del nucleo fondatore dell'ex Dewey Ballantine (poi, sciaguratamente divenuto Dewey & LeBoeuf) e l'altra legata al dominus Vittorio Grimaldi.
Di sicuro, la partnership ha ancora due partite Iva. Viaggia con contabilità separate ed è ancora alla ricerca della giusta formula per il nuovo studio.
Grimaldi? WORK IN PROGRESS.

Correlati