Cime contenziose

5 Novembre Nov 2012 2316 05 novembre 2012

Elezioni Usa, gli studi d'affari tifano (e finanziano) Obama

  • ...

Gli avvocati americani stanno con Barack Obama. Almeno a giudicare dai dati su chi ha finanziato la campagna elettorale del presidente uscente e riconfermato.
Il candidato democratico alla Casa Bianca, secondo i dati diffusi dal sito internet Opensecrets.org ha raccolto 632,177 milioni di dollari. E gli studi legali hanno contribuito per 25,5 milioni.
Lo sfidante repubblicano, Mitt Romney, invece, ha raccolto tra le toghe Usa una cifra pari a poco più della metà: 13,6 milioni di dollari.
Guardando ai top contributors, il più strenuo sostenitore di Obama (tra i legali) è lo studio anglo americano Dla Piper che ha donato alla campagna del presidente uscente oltre 393mila dollari. A seguire, lo studio Sidley Austin con oltre 377mila dollari.
Tra i primi 20 finanziatori di Romney, invece, l'unica law firm presente è Kirkland & Ellis con 496.722 dollari. Più forte è il sostegno che Romney riceve dalle grandi società di revisione contabile: Deloitte (554.552 dollari), PWC (421.085) ed Ernst & Young (293.067)
La comunità legale, notano i ricercatori di Opensecrets.org, solitamente destina i due terzi delle risorse dedicate al sostegno delle campagne elettorali ai democratici.


Se si contano anche i contributi per le elezioni al Senato e al Congresso, il totale delle donazioni degli studi legali americani nella tornata elettorale del 2012 ammonta a oltre 184 milioni di dollari: 122,8 sono stati spesi in favore dei democratici.
Nella tornata elettorale del 2008, invece, su 269,8 milioni di dollari che questo settore fece arrivare ai candidati, 212 milioni, ovvero oltre il 74%, finirono nelle casse del partito democratico.

Correlati