Cime contenziose

22 Febbraio Feb 2013 0748 22 febbraio 2013

L'avvocato del tavolo (da pranzo)

  • ...


Ha trionfato contro tutte le previsioni. Ma chi la dava per perdente, è la sensazione, lo faceva più per la sua latente antipatia che per le minori capacità come cuoca rispetto ai suoi avversari.
Parliamo di lei, Tiziana, seconda trionfatrice di Masterchef Italia. Come tutti i protagonisti dei reality, per il pubblico, ha solo un nome proprio: Stefania. Per il resto, c'è una qualifica: avvocato. Il cognome, sussurrano le "Cime" (non di rapa ma contenziose, ovviamente) è Stefanelli.

Il suo ingresso nella cucina di Masterchef è stato più all’insegna delle polemiche che del successo: tutti ricordiamo la sua arringa a Cracco sul caso “avvocato delle cause perse”, ma forse è stato proprio questo il punto di partenza di quella strana sintonia fatta di piccoli battibecchi che li ha legati per tutta la stagione. E forse sempre allora si è imposta all’attenzione di tutti con il soprannome ufficiale di Avvocato, utilizzato persino alla proclamazione al posto del suo nome.

Ha cominciato a farsi valere a partire dal nono episodio, dove il suo piatto è finito tra i migliori nella Mystery Box a tema mari e monti grazie alla sua “Vitella in crosta di nocciole e gamberi in olio cottura”. Subito dopo ha conquistato la difficile vittoria nell’Invention Test sui dolci con “Santo Stefano”, una dacquoise di panforte che l’ha fatta discutere persino con Iginio Massari, grande ospite di quella puntata.

Si è classificata tra i migliori anche nella Mystery Box con il caffè, con “L’isola”, un petto d’anatra al caffè e mandarinetto, mentre ha raggiunto il gradino più alto del podio nella Mystery Box con il piccione, grazie a “Nike” (ovvero un petto di piccione con quenelle di patate affumicate e zucca caramellata): un piatto che sicuramente ha la vittoria scritta nel nome!

Ma non di soli alti è composto il percorso di Tiziana nella cucina di MasterChef: reduce da molte esterne in cui la squadra di cui faceva parte è stata la perdente, è sopravvissuta a ben quattro Pressure Test, in uno dei quali è riuscita addirittura a stregare Bastianich con il suo perfetto hamburger.

E verso la finale ha preso il volo: ha preso il decollo in presenza di Lidia Bastianich, mamma di Joe, che ha esaltato la riproduzione dei suoi “Stuffed calamari” e l’ha premiata con il primo posto; ha sbancato tutto da Alain Ducasse, aggiudicandosi l’esterna “stellata” e ha battuto Andrea all’Invention Race, aggiudicandosi la finale.

Lo scontro finale si è consumato nel ristorante di Masterchef. Tiziana e Maurizio hanno preparato un menu completo: più «tradizionale e barocco» quello di Tiziana, più «coraggioso e house» quello di Maurizio. Come primo, l'avvocato ha proposto Emozionanti sorprese in crema di risotto, con boule di seppie, scaloppe di foie gras e quenelle di gamberi rossi, mentre Maurizio un piatto chiamato Pois, vale a dire gnocchetti affumicati al Lapsang tea, con un brodetto di mare, capasanta e uova di pesce volante. Per secondo, Tiziana ha optato per Animelle croccanti con salsa francese al cavolfiore, verdure amare e ricci di mare, mentre Maurizio ha proposto una Piccola pasticceria di mare, una sfogliatella di calamaro ripiena di baccalà servita in una salsa di pane croccante. Infine il dolce: per Tiziana Passione di castagne con emulsione di sambuco, frutta fresca di stagione e violette di Parma, per Maurizio I meravigliosi anni '80, una panna cotta al wasabi, gelatina di zenzero, cremoso al cioccolato e tegolino al rum.

Correlati