Cime contenziose

20 Giugno Giu 2013 1750 20 giugno 2013

Sollecito ricorre al crowd funding per difendersi

  • ...


Raffaele Sollecito ricorre al crowd funding per raccogliere le risorse necessarie a sostenere le spese del nuovo processo che dovrà affrontare dopo che la Cassazione (a marzo 2013) ha deciso di far celebrare a carico suo e di Amanda Knox un nuovo processo (a Firenze e non piu' a Perugia) per l'omicidio di Meredith Kercher.
Sollecito si è così appoggiato al portale GoFundMe e ha lanciato, attraverso il suo profilo Facebook, una richiesta di contributo economico per «assumere esperti, pagare i compensi dei miei avvocati e le tasse per i documenti».
L'obiettivo di raccolta è di 500mila dollari. Alle 17.40 del 20 giugno, il risultato raggiunto è di quasi 4.500 dollari.
«Sono 5 anni che i miei avvocati (Giulia Buongiorno e Luca Maori) sono dietro questo Processo», scrive lo studente pugliese, «e sarebbe pura follia cambiarli: nessun'altro al mondo conosce le carte meglio di loro. Il problema economico non è legato solo a loro, ma a tutti i consulenti e le perizie che si dovranno fare per appurare i fatti. Inoltre ogni documento nel fascicolo processuale costa cifre imbarazzanti».

Correlati