Diplomaticamente

31 Maggio Mag 2012 1021 31 maggio 2012

Terzi e i due marò:un idillio

  • ...

Al Ministro Terzi piacciono le frasi roboanti. Non esita a dichiarare di aver trovato (al telefono!) i due marò italiani, Latorre e Girone, "in uno stato di perfetta tenuta psicologica ed emotiva.... determinati e con un senso di straordinaria dignita' anche nell'attuale difficile situazione. Arrriva anche a dire che " l'assistenza spirituale che stanno ricevendo li rende particolarmente fiduciosi sul futuro".
Con le accuse che pendono sul loro capo - non dimentichiamo che si tratta di omicidio, tra l'altro occorso senza l'ordine di sparare da parte del comandante della nave - avrebbe fatto bene ad essere più misurato: certo i nostri marò fanno bene ad avere fiducia nelle nostre istituzioni e nei loro legali, ma penso che qualche preoccupazione l'abbiano, e fondatamente.
Sarebbe stata opportuna anche meno enfasi da parte di Terzi nell'affermare che il caso maro' rappresenta "una priorita' altissima, assoluta" nei rapporti tra Italia e India e tale da investire le relazioni tra i due Paesi a tutto campo, "nei suoi aspetti giuridici, politici e internazionali. "

E' forse in omaggio a tale priorità che nella pagina d'apertura del sito del Ministero degli Esteri il caso non è neppure menzionato?

Sappiamo che la nostra diplomazia è seriamente impegnata in questo caso assai delicato e complesso ma sappiamo anche che non ha bisogno di tanta retorica. Forse non ha ancora capito di che pasta sono fatte le autorità indiane e soprattutto la sua magistratura.

Correlati