Diplomaticamente

8 Settembre Set 2016 1007 08 settembre 2016

Il muro di Calais: un crudele monumento alla miopia politica e sociale

  • ...

Il muro inglese in terra francese è un segnale di preoccupante debolezza oltre a rappresentare una vergognosa sciocchezza e un'impressionante dimostrazione di ignoranza storica. Ma non dobbiamo neppure sottovalutare l'accordo UE-Turchia definito dalla Cancelliera Merkel un 'modello' da ripetere in altri paesi come la Tunisia e l'Egitto che come tutti sanno è un esempio di democrazia e rispetto dei diritti umani.
Il grave e miope ritardo con cui l'Europa ha cominciato ad affrontare la delicata e difficile questione migratoria al suo interno e con i paesi di origine e transito e l'incredibile incapacità dei nostri servizi di intelligence di rompere la spirale dei trafficanti di persone, pesano come macigni sulle possibilità concrete di gestione del fenomeno. Con l'aggravante della sostanziale complicità di quanto hanno seminato paura e xenofobia con la propaganda dell' 'invasione', inutilmente smentita dai numeri.
Questo muro in terra francese è una bruciante sconfitta per i due paesi che si ritengono padri della moderna democrazia e la svendono adesso per un piatto di lenticchie della più vieta marca nazionalistica.
Intendiamoci, il problema migratorio esiste ed è serio, eccome; ma la proliferazione dei muri non ne rappresenta certo la soluzione, nè sotto il profilo dell'apropriatezza nè sotto quello dell'efficacia. Per non parlare della sua rispondenza ad un'elemntare etica politica!

Correlati