Fuori dall’ Italia

3 Maggio Mag 2016 1213 03 maggio 2016

Elezioni sempre più vicine Roma sempre più nel caos

  • ...

Che Roma sia allo sfascio, questo è noto, anzi arcinoto! Che sia il terreno di scontro dei vari partiti e di movimenti senza partito che poi diventano partito di cosa meravigliarsi? La storia è nota! La capitale esce a 'pezzi' così per dire perché ancora non è uscita dal vergognoso e ignominoso capitolo di mafia capitale, visto che i processi sono ancora in corso. Ma osservare chi è in corsa per arrivare al podio è davvero interessante e per niente confortante. La promettente lista civica di Alfio Marchini - lo era anche alle passate elezioni -si allea con Berlusconi che finalmente ha capito che il suo 'Guido' non avrebbe mai guidato neppure una macchinetta per ragazzini e, quindi il grande annuncio di deviare il suo appoggio al bell’Alfio, che va in Jaguar e si annovera tra i palazzinari romani-non dimentichiamo che Berlusconi comincia la sua ascesa facendo il palazzinaro-. Per chi non lo sapesse il nonno di Alfio Marchini di nome anch’egli Alfio e il fratello Alvaro regalarono al Partito Comunista il palazzo storico in via delle Botteghe Oscure, quindi parlare di lontananza dai partiti pare eccessivo, visto che il promettente Alfio è cresciuto all’ombra del colore rosso. Inoltre si vociferava una sua candidatura alla presidenza RAI dopo Letizia Moratti, motivo in più per credere che non sia 'uno qualunque'. Marchini dovrebbe essere il propositore di una politica nuova -si fa per dire- la città è tappezzata di manifesti che titolano 'Liberi dai partiti' 'Liberi da chi ti ha tradito'. È evidente che Marchini o fa finta di non sapere niente di politica o effettivamente non ne sa nulla e da qui si comprende la sua incapacità di prevedere cosa significhi realmente fare il sindaco di Roma. La domanda sorge spontanea: caro Alfio è vero che in Italia siamo ormai alla fantapolitica con rappresentanti così fantasiosi sulle proprie prerogative e qualità, ma mettere in giro certi slogan e poi dichiarare che: 'Quanto a Guido Bertolaso, sarà nella squadra' come assessore e anche molto di più. Io considero Bertolaso una straordinaria risorsa, stiamo pensando per lui a un ruolo ad hoc che vada ben oltre roma e che occupi tutta l'area metropolitana e possa valorizzare tutto il potenziale di capacità e competenza di lavoro che questa città deve dimostrare. Se l’amico Silvio non ti avesse appoggiato promettendo i voti avresti mai pensato a Bertolaso nella squadra? Quanto a Guido Bertolaso che vanta tanta sicurezza di essere prosciolto dai residui guai giudiziari chi gli garantisce l’assoluta certezza? E Meloni, Giachetti e Raggi?
Lo vedremo la prossima puntata!

Correlati