Giovani di spirito

19 Ottobre Ott 2016 1429 19 ottobre 2016

Gli anziani “al passo con la propria salute”

  • ...

“Essere al passo con la propria salute” significa tante cose: stare bene, condividere esperienze con gli altri, fare movimento e attività fisica, divertirsi, ridere, mangiare bene e fare appello alle buone regole di prevenzione. Tra i fattori che abbiamo da sempre indicato come determinanti nell’aiutare a stare in forma troviamo quindi sicuramente una buona alimentazione, un corretto supporto medico, la dimensione sociale e una vita poco sedentaria.

E oggi parliamo proprio dell’attività fisica come punto di riferimento innegabile per ogni fascia d’età, ancor più importante per gli anziani poiché, aiutando a proteggerli e a mantenerli in salute, contribuisce a ritardare il declino funzionale e a ridurre l’insorgenza delle malattie croniche.

L’Attività Fisica Adattata e le buone pratiche

Gli over 65 non devono infatti necessariamente andare in palestra e l‘attività fisica può essere intesa anche in senso ricreativo e sociale. Si parla in questo caso di Attività Fisica Adattata, un termine che si riferisce al movimento dove viene data un’enfasi particolare agli interessi e alle capacità degli individui più fragili, proprio come gli anziani. Ed è la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità ad aver recentemente raccomandato agli over 65 di fare movimento assecondando anche le proprie inclinazioni.

In Italia, sono molti gli esempi di buone pratiche che vanno in questa direzione: le Asl organizzano ad esempio i cosiddetti Gruppi di cammino, un’attività strutturata in cui un gruppo di persone si ritrova, due o tre volte la settimana, semplicemente per “camminare assieme” all’interno di parchi cittadini, coniugando l’esercizio fisico con “lo stare insieme”.

Ed è importante non abbandonare questa buona abitudine ai primi freddi: anche se, in questi giorni, il peggioramento delle temperature ha portato un anticipo di inverno, gli anziani non devono rinunciare a stare all’aperto. I luoghi chiusi e affollati sono spesso, infatti, facilitatori della trasmissione di virus, tra cui quello influenzale. Per tutti questi motivi, è bene continuare a uscire a fare quattro passi anche nei mesi invernali. Basterà avere l’accortezza di gestire gli sbalzi termici nei momenti di passaggio tra dentro e fuori casa armandosi di sciarpa, guanti, cappello e di buoni strumenti di immunizzazione.

@preglias