Il dormiglione

18 Ottobre Ott 2012 1725 18 ottobre 2012

Il magico Molisannio

  • ...

Erano bei tempi quelli del regno di Fantàsia. Cani svolazzanti e pietre parlanti, principesse di cristallo e bufere improvvise nella Storia infinita. Poi ci sono stati i tempi della Terra di mezzo del Signore degli anelli, con le casette piccoline piccoline avvolte dal verde. E poi un giorno qualcosa ha scosso l'immaginario collettivo, qualcosa di diverso: la nascita del Molisannio. Un nome che è diventato una soave melodia per le orecchie, il Molisannio. Un luogo di perdizione che incuriosisce: chi ci vivrà? come saranno i suoi abitanti?

Eppure il tanto agognato Molisannio resta ancora un sogno di Clemente Mastella. Non esiste nella realtà. "La proposta è quella di uscire dalla regione Campania per ritrovare una nostra identità unendoci al Molise", dicono gli aspiranti 'molisannici' che cercano di raccogliere le firme per la petizione. Perché come disse l'economista Luigi Ruscello: Benevento non può più essere la pattumiera della Campania. Insomma  vogliono 'sbalordire' l'assetto territoriale attuale con colpi di scena, snobbando la Campania. Fusioni e distorsioni. A proporla è stata la Lega Sannita di Lorenzo Lommano, per evitare la soppressione della Provincia di Isernia, ma non sono state raggiunte le firme necessarie e adesso si spera nella grazia divina.  Non ci resta che aspettare di avere qualche info in più sui 'molisannici': saranno canuti, cammineranno scalzi e avranno la barba?

Nell'attesa proviamo a immaginare cosa succederà nella realtà: magari Grillo dirà a Renzi che soffre di 'invidia penis', o magari Formigoni stringerà forte come la statuetta degli Oscar, il suo Expo. Ops, nel frattempo è già successo.

Correlati