Krisis

16 Luglio Lug 2013 2153 16 luglio 2013

Green Fluff, la startup del Gran Bluff

  • ...

Ci sono delle truffe così evidenti e così mal progettate che nello stesso istante in cui vengono messe alla luce, dovrebbero essere demistificate o quantomeno denunciati coloro che ci sono caduti dentro.





“Ciò che entra come rifiuto esce ancora come rifiuto”, si legge nel rapporto della Guardia di Finanza e continua: “ Dall'impianto che sulla carta dovrebbe recuperare il rifiuto car fluff continuano ad uscire rifiuti pericolosi che prendono strade illecite di smaltimento in siti non idonei». La start up si chiama, o meglio, si chiamava Green Fluff, e avrebbe dovuto recuperare i rottami delle macchine, smontarli e soprattutto riciclarli. La Mission era quella di :” Creare un polo industriale nel nord Italia per la trasformazione degli elementi che compongono il car fluff avvalendosi di una tecnologia ad impatto ambientale zero. “ Ma i macchinari ad impatto zero non sono mai esistiti, le società fornitrici mai contattate. La startup innovativa Grenn Fluff, sarebbe riuscita a farsi finanziare 3,4 milioni di euro da parte del Ministero delle Attività Produttive in collaborazione con Principia sgr, uno dei più grandi venture capital italiani a partecipazione pubblica. Principia sgr, come afferma, il famoso blogger italiano Antonio Lupetti, collabora col CNR, Working Capital, AIFI, DAG, Dpixel e altri nomi di grido del digitale italiano. Tre persone, e non giovanissime, sono finite dietro le sbarre.
Non ho nulla da dire contro gli startupper italiani, giovanissimi, forse a volte inesperti, ma pieni di energia. Ma non è vostro questo mondo. Ci sono dinamiche dietro a tutto questo parlare di startup che non porterà altro che illusione e poi frustrazioni. Voi, giovani startupper farete qualche pubblicità di qua e di là, andrete in televisione, vi intervisteranno, potrete fare gli snob a tempo pieno e se vi andrà bene, grazie alla vostra startup , camperete modestamente. Sarete ricordati come i primi startupper, e perché no , sarete discretamente famosi, un po’ come i primi che fecero il Grande Fratello. Ma i soldi, quelli veri, li faranno sempre loro. Siamo in Italia, oppure no?
Antonio Simeone

Correlati