Le vespe

31 Maggio Mag 2012 1648 31 maggio 2012

Gli aiuti ai terremotati e gli spritz esentasse

  • ...

Mandi una raffica di Sms al 45500 per scaricarti la coscienza davanti alle vittime del terremoto. E ti senti comunque in colpa, perché non puoi o non vuoi fare di più. Poi però vai da un grosso rivenditore milanese ad acquistare degli scatoloni per un trasloco, e ti senti proporre lo sconto se paghi in nero. Più tardi, aperitivo in uno dei bar chic di Brera, 20 euro per due Spritz più un piattino di salatini rancidi (in prima battuta la cameriera slava ti aveva portato dei cantuccini): anche qui stessa scena, il cassiere non batte lo scontrino

fiscale. Tu lo pretendi, visto anche il prezzo esorbitante di quel cocktail. Ma i tavolini sono gremiti di stranieri, quanti di loro pagheranno senza fiatare?  Scopri così che di fronte alle sofferenze degli sfollati c’è qualcuno che si fa meno scrupoli di te. E ti domandi perché invece di aumentare le accise sulla benzina non spremano per benino questi furbetti che continuano a rimpinguarsi alle spalle di tutti. Impuniti, sempre pronti a inveire contro le tasse, gli sprechi della politica, “Roma ladrona”. Gli stessi che se venisse un terremoto a Milano, e danneggiasse la loro azienda, sicuro com’è vero Dio correrebbero da Monti a chiedere sussidi e sgravi fiscali. Ovviamente a spese nostre.

Correlati