Liberamente

15 Dicembre Dic 2012 2201 15 dicembre 2012

iPhone 5: tre abbonamenti a confronto

  • ...

Si tratta dell'oggetto tecnologico del momento e con l'avvicinarsi del Natale la sua presenza nelle wish list degli italiani non farà altro che crescere. Parliamo chiaramente dell'iPhone 5, sesto terminale mobile del colosso dell'informatica Apple (il primo fu presentato da Steve Jobs nel gennaio 2007).

Disponibile sul mercato europeo da circa due mesi, il suo prezzo varia dai 729 euro della versione con 16 GB di memoria ai 949 euro della versione 64 GB. Cifre per molti incompatibili con l'attuale periodo di recessione. Che però possono diventare "sopportabili" grazie alla moderna formula dell'abbonamento.

Di seguito un confronto fra le proposte dei tre operatori che permettono di spalmare la spesa del melafonino. Ecco come cambiano i costi per il modello 16 GB.

Se si sceglie di mantenere il proprio numero e di passare a Vodafone, l'offerta "Relax semplice", della durata di 30 mesi, prevede una rata per il telefono di 15 euro, più un canone da 39 euro che include chiamate e messaggi illimitati e 1 GB di internet, più un anticipo di 99 euro. Il totale ammonta a 1719 euro, ai quali si devono sommare altri 5,16 euro di tasse per ogni mensilità.

Anche per quanto riguarda Tim le condizioni sono più vantaggiose se si è nuovi clienti. Con “Tutto compreso 300” il primo anno i costi dei servizi sono scontati a 19 euro e comprendono 300 minuti, 300 sms e internet veloce fino a 1 GB di dati scambiati (superata la soglia la connessione rallenta a 32 kbps). Per i restanti 18 mesi il costo sale a 29 euro. Invariata la rata del telefono di 20 euro al mese. Totale: 1350 euro, tasse escluse.

Particolarmente conveniente la proposta di Tre riservata ai nuovi clienti che scelgono di addebitare le proprie fatture su carta di credito. L’opzione “Top 400”, da 29 euro al mese per 2 anni e mezzo, offre 400 minuti di chiamate, 100 sms e 2 GB di traffico internet, senza maxi rata finale al termine del contratto. A fronte di un anticipo di 60 euro, ogni fattura sarà scontata di 1,66 euro mensili, riducendo, seppur di poco, il costo del canone. Se si resta dentro le soglie dell’abbonamento, la spesa in 30 mesi, al netto delle tasse, è di circa 820 euro.

Correlati