L'imbrattaweb

21 Maggio Mag 2012 1857 21 maggio 2012

Cavalcare la trigre

  • ...

Non so se le elezioni amministrative del 20 e 21 maggio abbiano o meno sancito la nascita della Terza Repubblica (copyright Paolo Madron).

Certamente la comprovata dissafezione dei cittadini nei confronti del voto - vedi il dato dell'astensionismo -, l'affermazione del Movimento 5 stelle, la liquefazione di Pdl, Lega, Udc e compagnia bella, l'affermazione del Pd ottenuta grazie a candidati che per molti versi, quando va bene, ne esprimono la vocazione più radicale, quando va male (per Bersani e compagni, s'intende) sono addirittura ibridi, cioè espressione di coalizioni con Sel, Idv ecc., ci dicono che è in atto un oggettivo rivolgimento politico. Sicuramente i partiti, così come li conosciamo, ne escono molto indeboliti. Anche quelli che hanno vinto "senza se e senza ma".

E mi sembra che questo indebolimento non possa che rafforzare il "potere contrattuale" di Mario Monti.

Ora, premesso che non ho alcuna simpatia per il Governo dei tecnici, e che resto convinto che la politica rappresenti per la democrazia un bene troppo prezioso ed essenziale perché se ne possa derogare (men che meno a favore della tecnocrazia), mi chiedo, tuttavia, cosa aspetti Monti ad approfittare della situazione (a cavalcare la tigre, come dicono gli orientali).

Ora che si trova in una indiscutibile posizione di forza, perché non tira fuori gli attributi e si decide a fare le riforme per cui è stato chiamato? I partiti volevano che un Governo tecnico facesse il lavoro sporco al posto loro. Allora lo facesse. E magari dimostri che oltre al lavoro sporco se ne può fare anche uno pulito, davvero utile al Paese. Per esempio dando vita alle tanto sbandierate liberalizzazioni, approvando il decreto anticorruzione, mettendo all'asta le frequenze televisive, ecc. ecc.

Coraggio Presidente Monti. Sfidi questi politici traballanti a colpi di decreti e di voti di fiducia. Senza continuare l'umiliante passo del gambero a cui si sta, e ci sta, abituando.

E lo dica finalmente: non vi sta bene? Vi saluto. Andate pure al massacro elettorale. Contenti voi, contenti tutti.

Correlati