L'occhio del daruma

1 Novembre Nov 2013 2357 01 novembre 2013

Eliza Scidmore, la signora dei ciliegi giapponesi

  • ...

Una rispettabile e quieta signora americana, si direbbe dalle immagini che di lei si custodiscono: sguardo chiaro e deciso, chioma raccolta in una crocchia spartana, il collo avvolto da un alto colletto. Eppure, Eliza Scidmore (1856–1928) figura certo fra le donne più avventurose del suo tempo: viaggiatrice instancabile, giornalista, fotografa e corrispondente della National Geographic Society.

Visitò l'Europa, l'India, la Cina, le Filippine, Giava e si spinse sino in Alaska a bordo di un piroscafo a vapore. Poi, nel 1884, finalmente, giunse alla volta del Giappone: suo fratello, un diplomatico, prese qui servizio e la sorella colse l'occasione per recarsi di frequente nel paese estremo-orientale, dedicandogli numerosi reportage.

I ciliegi (sakura) piantati grazie a Eliza Scidmore a Washington



Ne solcò i giardini, ne raccontò i terremoti e gli tsunami, scalò persino il monte per eccellenza, il Fuji: tuttavia ciò che la colpì maggiormente fu la bellezza effimera e intensa dei pallidi boccioli che affollano i cieli nipponici in primavera.

Ai fiori di ciliegio consacrò non solo le tinte più lievi della sua tavolozza, come dimostrano le sue fotografie ritoccate a colori, ma una lunga fase della sua stessa esistenza: tornata negli Stati Uniti, dopo due decenni di mobilitazione, Eliza Scidmore riuscì a far piantare diverse migliaia di ciliegi al West Potomac Park di Washington, e a loro oggi è dedicato l'annuale National Cherry Blossom Festival.

L'instancabile globetrotter è ricordata anche per un'altra ragione: fu senza dubbio una delle prime donne che portarono testimonianza del Sol Levante in occidente attraverso i loro scatti. Bambini, fanciulle avvolte in splendidi kimono e scene di vita quotidiana costituiscono alcuni tra i suoi soggetti preferiti, sempre immortalati con grazia e freschezza.

Il suo corpo, dopo tante peregrinazioni, riposa ora a Yokohama; su di lui vegliano - con la loro ombre delicate e mosse - le fronde di sakura.



❀ La foto dei ciliegi è tratta da Greensideupblog.

Correlati